F1, pesantissimo attacco di Hamilton nei confronti della FIA: “nel 2018 sarà uno schifo”

LaPresse/PA

Lewis Hamilton ha espresso il suo disappunto nei confronti della decisione della FIA di abbassare a tre il numero di motori utilizzabili dai team nel 2018

LaPresse/Reuters

Un solo appuntamento in calendario prima del rompete le righe, il Gp di Abu Dhabi segnerà la fine della stagione 2017 dominata dalla Mercedes, capace di vincere il titolo Costruttori e quello piloti con Hamilton. Un successo a cui nemmeno la Ferrari è riuscita ad opporsi, nonostante le vittorie ottenute da Vettel, di cui l’ultima nel recente Gp del Brasile. L’appuntamento con il titolo mondiale per la rossa è rimandato dunque al 2018, quando i team dovranno sottostare ad un un nuovo regime di motori, potendone utilizzare solo tre e non più quattro per l’intero campionato.Una scelta che non piace a Lewis Hamilton, come rivelano le sue parole riportate da Motorsport.com:

“In Brasile è stata la prima volta che ho potuto davvero sfruttare il motore, dopo la rottura della power che mi è capitata lo scorso anno nel Gran Premio di Malesia non ho più voluto spingere oltre il necessario, anche quando il team mi diceva che era possibile farlo. E’ stata una sensazione bellissima poter usare tutta la potenza del motore senza pensieri, mi è sembrato di correre in karting. Non credo che sia un gran cosa avere solo tre power unit il prossimo anno, penso che sia uno schifo mentre mi piace andare sempre al limite, ogni singolo giro, e oggi ho avuto la possibilità di farlo e mi è piaciuto un sacco poterlo fare. Chi era davanti a me, nelle prime posizioni, doveva gestire la power unit, come al solito, e non erano nella mia stessa situazione. Sarebbe opportuno tenere presente questa situazione quando si parla di futuro”.

FotoGallery