F1 – Dalla Ferrari alla McLaren, Alonso spiega le aspettative (deluse) nel nuovo team: “era un offerta attrattiva poi…”

LaPresse/Photo4

La conferenza stampa dell’ultimo appuntamento di stagione di Formula Uno vede protagonista anche Fernando Alonso: il pilota spagnolo ha parlato delle sue emozioni

Si chiude la stagione di Formula 1, termina un altro anno pieno di emozioni e colpi di scena che ha visto la Mercedes fare incetta di titoli. Una lotta serrata con la Ferrari, vinta grazie allo scatto decisivo avuto subito dopo la pausa estiva, momento cruciale di un 2017 che ha tenuto col fiato sospeso tifosi ed addetti ai lavori. Se un anno fa ad Abu Dhabi si era assegnato il titolo a Rosberg, quest’anno sul circuito asiatico non ci saranno calcoli da fare, ulteriore motivo per aspettarsi una gara all’attacco da parte di tutti i piloti. Alla prima conferenza stampa del weekend  parla anche Fernando Alonso che ha parlato di tutte le sensazioni provate in questa stagione, anche di quelle extra Formula Uno:

Sono state grandi sensazioni, mi trovi dietro a due volanti con macchine diverse. Negli ultimi due test pubblici sono stato contento sia ad Abu Dhabi sia in Bahrein, ho macchine con tecnologie diverse che non abbiamo ancora in Formula Uno come la trazione a 4 ruote e richiedono condizioni di guida diverse, come pure le limitazioni di carburante. Sono un po’ frustanti rispetto a quello che abbiamo qui con le macchine. Sono pronto a gareggiare a Daytona è stato un anno fantastico non avrò tempo libero. Un mio punto di forza è che mi adatto, non sono in più veloce ma sono bravo in ogni scenario. Ero pronto a cimentarmi in ogni serie, ad imparare ogni stile di guida e a raccogliere buoni consigli.

Poi sull’anno appena passato con la McLaren, Fernando Alonso ha ammesso:

a livello personale avevo molte aspettative, sono passato da Ferrari alla Honda perchè la proposta della McLaren era attrattiva, non abbiamo avuto le prestazioni che ci aspettavamo e quindi credo che è il momento giusto per cambiare. Unirsi alla Renault è bene. Vediamo cosa sta facendo la Red Bull, che lotta per il podio, anche se gli manca qualcosa in power unit ed è uno scenario molto diverso rispetto a quello che possiamo vivere oggi  noi. In generale io sono molto ottimista mi sento a casa nel tornare con la Renault sono amici, è una famiglia. Sarà grandioso, è una compagnia buona con un motore positivo. Non ho dubbi.

Alla domanda sulla prestazione migliore poi Alonso chiosa:

dal punto di vista delle prestazioni è difficile scegliere una gara in particolare. Le prestazioni non ci sono state anhe a Montecarlo non mi sono divertito. L’impegno e lo spirito del team però è stato fantastico. Ci sono stati alti e bassi nella mia carriera, è stata la prima volta che con prestazioni così basse il team ha mantenuto sempre un spirito positivo, malgrado le prestazioni negative. Questa è una cosa che mi terrò dentro per più tempo.

 

FotoGallery