De Rossi a colloquio con Di Francesco, multato per lo schiaffo a Lapadula: in attesa della squalifica spunta il ‘lodo Bonucci’

LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi

Dopo lo schiaffo a Lapadula, De Rossi è stato multato dalla Roma e adesso aspetta la sentenza del giudice sportivo: la speranza è che venga giudicato “come Bonucci”

Vincono Napoli, Juventus e Inter, ma non la Roma. I giallorossi pareggiano a Genoa dopo essere passati in vantaggio, raggiunti da uno… schiaffo. La manata, volontaria, di De Rossi a Lapadula ha causato il calcio di rigore che l’attaccante rossoblu non ha fallito e che ha fermato la corsa della Roma. Le sanzioni per De Rossi sono iniziate in campo: prima il rosso diretto e la rabbia di aver danneggiato la sua squadra, poi la chiacchierata con Di Francesco e la multa. De Rossi infatti ha pagato la multa di Trigoria, prevista da regolamento firmato dai giocatori ad inizio stagione, che punisce chiunque danneggi la squadra con il suo comportamento in campo e fuori. Oggi è attesa la squalifica del giudice sportivo. Il nodo da sciogliere è in merito a come verrà giudicato lo schiaffo di De Rossi: la condotta violenta viene punita con 3 turni di squalifica e lo schiaffo dovrebbe rientrare in questa categoria. La Roma spera invece nella stessa sentenza che ha punito Bonucci dopo la gomitata a Rosi, ironia della sorte, proprio contro il Genoa: al difensore del Milan è stato riconosciuto il “comportamento gravemente antisportivo” e solo 2 turni di squalifica.



FotoGallery