Sarri si lamenta, Sorrentino non ci sta: “ostruzionismo del Chievo? Ecco cosa rispondo”

LaPresse/Spada

Intervenuto a Radio24, Stefano Sorrentino ha parlato del match pareggiato a Verona tra Chievo e Napoli, rispondendo per le rime a Sarri

LaPresse/Garbuio Paola

Sapevamo di incontrare una squadra fortissima e con tanti campioni. Per fortuna siamo riusciti a fermarli facendo un punto importante e soprattutto non prendendo gol, che per un portiere è sempre un qualcosina in più“. Stefano Sorrentino è stato tra i grandi protagonisti del pari con cui il Chievo ha bloccato ieri al ‘Bentegodi’ la capolista Napoli. (ITALPRESS)

Il Napoli è partito molto bene, però il Chievo ieri ha giocato la partita perfetta – spiega Sorrentino a Radio24 – Maran è stato molto puntiglioso tutta la settimana, preparandola in un certo modo: tutti quanti dietro la linea della palla cercando di non farli fraseggiare per poi cercare di colpirli in contropiede. Le ripartenze non ci sono state, però nella parte difensiva siamo stati perfetti, concedendo poco o niente al Napoli. Per arrivare al nostro scudetto, la salvezza, dobbiamo usare tutti i mezzi a disposizione, quindi ben venga il bello e buon catenaccio. Sarri parla di ostruzionismo? C’è un regolamento, ci sono dei minuti da recuperare ogni volta che entrano i sanitari e sta all’arbitro dare il recupero giusto. Ieri nel secondo tempo l’arbitro ha dato 5 minuti di recupero, non mi sembra che ci siano state queste grandi interruzioni. Fa parte del gioco, abbiamo disputato una partita sotto l’acqua, con interventi un po’ più duri. Credo sia nella normalità, è un po’ come quando vinci e i raccattapalle ritardano a darti la palla. Secondo me, della partita di ieri bisogna evidenziare che una squadra come il Chievo, lottando con i denti dal primo al 95° minuto, è riuscita a portare via un punto importante alla prima della classe“.

FotoGallery