Accuse doping Nadal – Roselyne Bachelot condannata per diffamazione: il gesto di Rafa con i soldi del risarcimento è nobile

LaPresse/Reuters

Nadal esce ‘pulito’ dalle accuse di doping da parte di Roselyne Bachelot: la ex ministra francese è stata condannata per diffamazione

Nei mesi scorsi, le accuse di Roselyne Bachelot nei confronti di Rafa Nadal avevano destato molto scalpore. L’ex ministra francese aveva accusato il campione spagnolo di essere stato trovato positivo al doping nel suo periodo di assenza fra il 2012 e il 2013, mascherato con un infortunio al ginocchio. Nella giornata di ieri il tribunale di Parigi ha ufficialmente condannato Roselyne Bachelot per diffamazione. L’ex ministra francese dovrà pagare 2000€ di spese giudiziarie, una multa di 500€ con la condizionale e 10.000€ di danni di immagine a Nadal. Il campione di Manacor ha dichiarato, tramite un comunicato, che quei soldi andranno tutti in beneficenza:

ribadisco il mio massimo rispetto e fiducia verso la giustizia e i tribunali francesi per il processo legale di cui abbiamo avuto la risoluzione oggi. Quando ho presentato la denuncia, l’ho fatto con l’intento non solo di difendere la mia immagine e integrità come sportivo ma anche i valori che ho difeso nel corso di tutta la mia carriera evitando in futuro situazioni in cui qualunque persona pubblica o privata possa lanciare accuse ingiuriose attraverso un mezzo di comunicazione contro uno sportivo, senza fondamenti né dati che possano dimostrarlo. Come ho già detto, la motivazione non è mai stata economica. L’importo andrà interamente alle associazioni benefiche francesi e l’unica cosa che rimpiango è che non sia stato maggiore per poter arrivare a un maggior numero di organizzazioni che badino alle persone per qualsiasi necessità”.

FotoGallery