Fed Cup – Gli Stati uniti battono la Bielorussia in finale: decisiva una strepitosa Coco Vandeweghe anche nel doppio

LaPresse/Reuters

Gli Stati Uniti si aggiudicano la finale della Fed Cup battendo la Bielorussia nel doppio: decisiva una super Coco Vandeweghe

LaPresse/Reuters

Da una parte il sogno, quello della Bielorussia di centrare un traguardo storico, dall’altra la voglia di dimostrare di non essere solo “sorelle Williams” per gli Stati Uniti. La finale della Fed Cup metteva in palio molto di più di un semplice trofeo. Entrambe le formazioni prive delle loro star: Vika Azarenka da una parte, assente per motivi giudiziari (problemi con la custodia del figlio, ndr); dall’altra la maternità di Serena Williams che tornerà in campo solo nel 2018 da neo mamma. Il palcoscenico è tutto per le nuove leve dunque, Sabalenka che ha trascinato la Bielorussia in finale, quasi da sola, all’età di 19 anni e Coco Vandeweghe, neo n°10 al mondo e autentico fattore in più per la formazione a stelle e strisce. Una vittoria per parte nella giornata di sabato: doppio 6-4 per la Vandeweghe su Sasnovich, successo al terzo set per Sabalenka su Stephens. La differenza l’ha fatta lo scontro diretto: 5-7 al tie-break e netto 1-6 per la statunitense che ha firmato il sorpasso USA. Stephens ha fallito il colpo del ko contro Sasnovich, portando la sfida al doppio decisivo. Ancora una volta Sabalenka-Sasnovich per la Bielorussia, Vandeweghe e la fresca Shelby Rogers per gli Stati Uniti: 3-6 il primo set, 6-7 (3-7) il secondo, per il successo degli Stati Uniti e il terzo match vinto in altrettante sfide per Coco Vandeweghe, dominante, in versione Serena.

FotoGallery