Un pari che sta stretto, Monchi convinto: “contro il Chelsea avremmo meritato di vincere”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il direttore sportivo della Roma ha commentato il pari ottenuto contro il Chelsea, sottolineando come sia un risultato che va stretto ai giallorossi

La Romae’ piu’ vicina a dove vogliamo che sia“. Ramon Monchi, ds giallorosso, e’ soddisfatto di come sta crescendo la ‘sua’ creatura.

Dzeko, Roma

LaPresse/AS Roma/Luciano Rossi

Ieri la squadra di Eusebio Di Francesco ha sfiorato l’impresa sul campo del Chelsea e il dirigente spagnolo, intercettato da “Onda Cero” nella zona mista di Stamford Bridge, ha confessato di “non essere contento del risultato, perche’ avremmo meritato di vincere, ma contento della mentalita’ e di come ha giocato la squadra. Stiamo costruendo un progetto nuovo, con un nuovo allenatore, un nuovo direttore sportivo, nuovi giocatori, e risultati come questi danno fiducia per andare avanti“. Al termine della prima tornata, la Roma e’ seconda, a due lunghezze dal Chelsea e a +3 sull’Atletico Madrid. “Sapevamo che c’era molto equilibrio e dobbiamo essere soddisfatti di come sta andando ma ci attendono ancora delle partite difficili, con il Chelsea a Roma e poi al Wanda Metropolitano con l’Atletico. Ma siamo in una buona posizione, siamo imbattuti e avremmo firmato all’inizio per essere qui a questo punto del girone. Ma c’e’ ancora molto da fare, abbiamo a che fare con due avversari molto complicati“.

LaPresse/EFE

Il pari dell’Atletico a Baku ha sorpreso ma non troppo Monchi “perche’ anche noi abbiamo sofferto li’. Il Qarabag non ha le qualita’ di Chelsea e Atletico ma e’ una squadra abituata a vincere nel suo campionato ed e’ complicata da affrontare in casa sua. Pensavo che l’Atletico avrebbe vinto ma sapevo che non sarebbe stato facile“. Conti alla mano, la Roma si giochera’ il passaggio agli ottavi nello scontro diretto con i colchoneros. “Sara’ una partita dove dovremo mostrare un carattere simile a quello tirato fuori col Chelsea. Sara’ difficile, l’Atletico e’ temibile in casa, ma manca ancora un mese e contiamo di recuperare per allora dei giocatori importanti“. (ITALPRESS)

FotoGallery