Caso Asia Argento – Interviene anche Federica Pellegrini: ”aveva paura di lottare da sola”

Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

Federica Pellegrini prende spunto dal caso Asia Argento per mandare un messaggio a tutte le donne

Federica Pellegrini è di recente finita sulle prime pagine di tutti i giornali a causa del suo disappunto sul premio di allenatore dell’anno, del suo battibecco con Gregorio Paltrinieri e delle offese ricevute dal figlio Morini. La Divina, si sa, è una persona senza peli sulla lingua, che non ha paura di dire esplicitamente ciò che pensa.

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Dopo quanto accaduto si è anche tanto parlato delle scuse nei confronti della Pellegrini da parte dei Morini:”hanno tutti chiamato Matteosia Tommaso che suo padre, con me non s’è fatto vivo nessuno. Ma le scuse non mi interessano“, ha però raccontato Federica alla Gazzetta dello Sport.

LaPresse/EFE

Prendendo spunto da quanto accadutole e dall’attuale ‘caso Asia Argento’, Federica Pellgrini ha voluto mandare un messaggio forte e chiaro a tutte le donne: “bisogna riuscire a denunciare subito gli uomini violenti, purtroppo non sempre lo si fa. Asia Argento l’ha fatto dopo tanti anni perché aveva paura di lottare da sola. In America sono stati squalificati e condannati allenatori-pedofili. Io non ho mai subito avance di questo genere, penso che questi orchi vadano alla ricerca di ragazze più fragili e deboli“.

Gian Mattia D’Alberto /LaPresse

“Il mondo dello sport è più meritocratico di quello del cinema, non si riesce da noi a scendere a compromessi perché abbiamo a che fare col cronometri, non c’è altro giudice“, ha concluso.

FotoGallery