MotoGp, Viñales non ha intenzione di arrendersi: “il titolo è quasi impossibile, ma…”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Maverick Viñales chiude con un deludente nono posto il Gp di Motegi, nonostante questo però lo spagnolo non si arrende nella corsa al titolo

Una gara pazzesca, un duello all’ultimo sorpasso tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez, degno protagonisti di un Mondiale davvero entusiasmante.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Motegi vince uno straordinario Dovi, battendo in volata lo spagnolo della Honda e interrompendo una serie di sei vittorie consecutive in MotoGp dei piloti iberici. Giornata da dimenticare invece per Viñales, costretto a chiudere al nono posto lontano dai suoi due diretti avversari per il titolo: “sinceramente dopo il warm up le sensazioni erano peggiori, penso di aver dato il 200% nelle battute iniziali per cercare di sorpassare più gente possibile, ma alla fine sono stato rallentato dallo stesso problema di ieri, cioè la trazione” le parole di Viñales dopo il Gp di Motegi. “Sull’acqua questa moto non funziona, per quanto concerne la scelta gomme sono invece soddisfatto. Si sono comportate bene per tutta la durata anche se al giro 3 e 4 ho rischiato di cadere. Ad un certo punto ho soltanto pensato a guidare e cercare di ottenere il massimo. Quella australiana è una pista completamente diversa e che mi piace molto, dunque l’augurio è di poter ottenere qualcosa in più ed essere lì a giocarmela con i più forti, malgrado qualche dubbio, considerato che rispetto ai test pre-stagione sono cambiati sia il telaio, sia gli pneumatici.

LaPresse/Costanza Benvenuti

Detto ciò anche qualora dovessi vincere tutte e tre le gare rimanenti aggiudicarmi il titolo sarebbe quasi impossibile. Il mio approccio resta comunque lo stesso, lottare fino all’ultima bandiera a scacchi. Già nel 2013 mi ero trovato in una situazione analoga. Ero molto lontano dal vertice, ma poi sono stato in grado di centrare l’obiettivo. Insomma, ci proverò fino a quando la matematica mi escluderà da ogni chance“.

FotoGallery