MotoGp – Marquez e il cappellino di Valentino Rossi: che ridere con Marc, ecco come sono andate le cose [VIDEO]

Marc Marquez e il cappellino di Valentino Rossi: mistero svelato, ecco come sono andate le cose

Marc Marquez e il cappellino di Valentino Rossi – Ha fatto il giro del web ieri l’immagine che mostrava Marc Marquez con addosso il cappellino di Valentino Rossi. Lo spagnolo della Honda è stato ospite della GpOneCar, una simpatica intervista effettuata in macchina dai giornalisti di GpOne.com. Marquez ha parlato della sua lotta con Dovizioso, della sua abilità di rialzarsi immediatamente dopo le cadute ma anche degli aspetti positivi delle lotte con Valentino Rossi.

All’inizio del simpatico viaggio in macchina, Marc ha voluto indossare il cappellino di Valentino Rossi, uscito fuori, scherzosamente, dal cruscotto dal giornalista al suo fianco. Tante risate e tantissimo divertimento. “Gli utimi giri ti diverti molto con Valentino, specialmente nel 2013,14,15 alla fine impari tanto da lui, soprattutto quando sono arrivato nel primo anno ho imparato tanto. Si vede che prepara molto l’ultimo giro, è furbo ha esperienza, sa dove deve chiudere in ogni circuito, dove uscire bene. Mi preoccupava perchè arrivavi agli ultimi giri e sapevi che era 80% per lui e 20 per te“, ha dichiarato Marquez.

Marc Marquez e il cappellino di Valentino Rossi – Lo spagnolo, leader mondiale, ha ammesso poi di non aspettarsi un Dovizioso così forte: “onestamente rispetto Dovizioso, ma se a febbraio mi dicevi Dovizioso lotterà con te non ci avrei mai creduto. E’ anche un Dovizioso che va forte e negli ultimi giri non molla. Gestisce bene gli ultimi giri, la Ducati ferma molto in staccata, e questo nell’uno contro uno è più facile. La Honda va forte ma ha il punto debole che l’ultima parte della staccata non la fermo e vado sempre un po’ più lungo“.

Mentre sui problemi della Yamaha ha concluso: “secondo me la Yamaha ha iniziato al 100% della moto e noi invece più deboli, noi fino al Montmelo non abbiamo fatto il passo e la yamaha è rimasta là, non so perchè“.

FotoGallery