MotoGp – Lorenzo, la caduta e i problemi Ducati: ”ho avuto paura, pensavo di essermi rotto la tibia! La moto? L’abbiamo peggiorata”

Jorge Lorenzo tra spaventi, cadute e problemi tecnici: le sensazioni del maiorchino della Ducati al termine delle qualifiche del Gp d’Australia

Jorge Lorenzo tra acciacchi e problemi tecnici – Marc Marquez da urlo a Phillip Island! Nonostante un tempone di Johann Zarco sul finale delle qualifiche del Gp d’Australia, il leader della classifica piloti è riuscito con una zampata a prendersi la pole position della gara australiana, approfittando delle difficoltà di Andrea Dovizioso, che non è riuscito a far meglio oggi dell’undicesimo posto.

Giornata difficile anche per Jorge Lorenzo, che ieri era rimasto fuori dalla top ten e questa mattina non ha potuto migliorare il suo crono nelle FP3, disputate con asfalto bagnato e durante le quali il pilota spagnolo è caduto in modo spettacolare, riportando varie contusioni e una distorsione alla caviglia sinistra. Jorge ha comunque preso parte sia alle FP4 che alle Q1 ma non è riuscito a fare meglio del sesto tempo (1’30”085) e quindi partirà domani dalla sesta fila.

Jorge Lorenzo tra acciacchi e problemi tecnici –E’ stata una giornata molto difficile perché le cose sono andate proprio nel verso opposto a come volevamo. Questa mattina la pioggia ci ha fatto capire che sarebbe stato impossibile migliorare i tempi per entrare in Q2 e chiaramente la caduta non ha migliorato la situazione. E’ stata una caduta molto brutta e sono rotolato nella ghiaia più volte: ho subito pensato di essermi rotto qualcosa, ma per fortuna le radiografie hanno escluso una frattura e hanno confermato solo una distorsione alla caviglia sinistra, che mi fa molto male. In queste condizioni non siamo riusciti a migliorare la moto sull’asciutto e domani, se non dovesse piovere, torneremo al setting iniziale di venerdì per cercare di fare un passo avanti. Sarà una gara dura e lunga però cercherò di trovare un buon ritmo e lottare fino al traguardo”, ha dichiarato il maiorchino al termine delle qualifiche, come riportato dai canali ufficiali Ducati.

Si tratta di una distorsione molto forte, che mi disturba quando cammino ed anche un pochino quando sono in moto. La caduta è stata brutta, soprattutto quando sono arrivato nella ghiaia, perché ho cominciato a rotolare e a prendere delle belle botte. Ho avuto paura, perché ho visto che la caviglia si era girata e ho pensato di essermi rotto la tibia. Poi faremo un esame più approfondito, ma non credo che sia sia rotto qualcosa di serio. Certamente dovrò prendere degli antidolorifici per correre“, ha aggiunto Lorenzo come riportato da Motorsport.com.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Jorge Lorenzo tra acciacchi e problemi tecnici –C’è solo una Ducati in Q2 e in generale stiamo soffrendo di più che sugli altri circuiti. Credo che abbiamo peggiorato la moto al posteriore cercando di migliorare l’anteriore. Domani, se c’è il sole, vorrei anche provare la carena standard per vedere se riusciamo a ritrovare il feeling di venerdì. Perdiamo un sacco di tempo quando siamo in piega e bisogna dare gas. Mi sarebbe piaciuto anche oggi provare a fare qualche giro con la carena standard, ma non avevo troppa fiducia“, ha continuato.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Dovi si sente bene sulla moto ed ha molta fiducia. Non mi aspetto di migliorare troppo la moto, ma spero che lui riesca a fare qualcosa di buono. Siamo stati meno competitivi di ieri, quindi possiamo fare un passo avanti. Ma non credo che possiamo migliorare abbastanza da riuscire ad inserirci nella lotta per la vittoria”, ha aggiunto prima di ammettere di vedere come favorito Marquez: “è chiaro che Marquez è molto esplosivo e veloce, poi lui si riprende sempre molto velocemente anche quando cade“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Jorge Lorenzo tra acciacchi e problemi tecnici –Abbiamo sbagliato un po’ di strada, domani dobbiamo tornare un po’ indietro, sarà una gara molto fisica per tutti, Sono sicuro che la caduta non aiuta ma prendiamo un antidolorifico, stiamo concentrati e vediamo di poterla fare con un buon ritmo fino alla fine“, ha concluso ai microfoni di Sky Sport.

FotoGallery