MotoGp, Dovizioso che amarezza! Andrea però ci spera ancora: “il passo gara non è male, ecco cosa farò domani”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Andrea Dovizioso ha messo a segno una qualifica disastrosa, il suo rivale invece è pole man di giornata: ecco cosa ne pensa il pilota Ducati

Le qualifiche del sedicesimo appuntamento con il campionato di MotoGp hanno dato il loro responso. Un responso che ‘parla la lingua’ di Marc Marquez, pole man di giornata. Le qualifiche di Phillip Island valide per il Gp d’Australia hanno un valore aggiunto visto che arrivano in un momento davvero decisivo per la vittoria del campionato che si avvia alla sua conclusione e che vede una lotta serrata tra Marc Marquez e Andrea Dovizioso (a 11 punti l’uno dall’altro). Seguono al pilota che ha segnato il miglior tempo Maverick Vinales, che raddrizza il suo weekend e Johann Zarco. Andrea Dovizoso è solo undicesimo. 

Questa posizione così arretrata del pilota italiano potrebbe costare caro al motociclista della Ducati. Andrea Dovizioso ha però ammesso ai microfoni di Sky Sport: “sicuramente la caduta al turno 4 ci ha condizionato, il feeling non è stato ottimo come prima. È un circuito difficile non ho guidato bene, peccato! Devi avere un feeling sul davanti qui che non ho avuto. Partire dietro può essere un limite. Come passo non è male, con le morbide sono andati forte in molti, ma con le medie solo Marquez è andato bene. Partendo da dietro è facile perdere decimi. Guidare fluidi qui è fondamentale. Oggi non ci sono riuscito. Devo partire così. In gara farà la differenza nella velocità e nel consumo gomma, senza abusare del grip dietro sennò si consuma forte. Anche l’anno scorso siamo partiti dietro e abbiamo fatto quarti dobbiamo portare a casa il massimo non bisogna mai mollare”. 

FotoGallery