Moto – Il pilota 3570 Simone Corsi 7° a Phillip Island, Fabio Di Giannantonio sfortunato: le parole dei motociclisti

Il pilota 3570 Simone Corsi 7° sul circuito di Phillip Island è arrivato settimo sul traguardo, Fabio Di Giannantonio non fortunato nella sua prestazione

Il Gran Premio d’Australia disputatosi al Phillip Island Grand Prix Circuit ha prodotto risultati contrastanti per i piloti 3570 del Motomondiale. In Moto3 Fabio Di Giannantonio, resosi protagonista di una grintosa prima parte di gara, finisce a terra proprio sul più bello mentre Simone Corsi conclude 7° al culmine di una pregevole rimonta nella classe Moto2.

Scattato dall’undicesima casella, Fabio Di Giannantonio ha messo in mostra tutta la sua combattività nella fase iniziale della corsa. Un sorpasso dopo l’altro, una volta raggiunto il gruppo di testa, sfortunatamente una caduta ha costretto “Diggia” alla resa. Nonostante lo zero subito il pilota 3570 resta quinto assoluto in campionato, non distante da una potenziale quarta posizione.

Gara tutta di rimonta invece quella vissuta da Simone Corsi nella classe Moto2. Dalla quinta fila il pilota romano si è prodotto in un prodigioso recupero fino al settimo posto finale, conferma di tutto il suo valore da ribadire tra pochi giorni al Sepang International Circuit (Malesia).

Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3 – Honda NSF250RW #21 Moto3)

“Partiamo dal fatto che non mi sono fatto nulla e questo è già importante. La gara peccato perché avevamo davvero una marcia in più e potevamo fare davvero bene. Ho fatto un errore io nel tentativo di passare Martin, ero già sull’esterno e ho dovuto allargare ancora di più finendo sulla parte sporca. Ci tenevo a finire la gara qui dove anche l’anno scorso non avevo tagliato il traguardo. Chiudiamo subito questo capitolo e testa alla Malesia”.

Simone Corsi (Speed Up Racing – Speed Up SF7 #24 Moto2)

“La gara è andata bene, ma non sono soddisfatto del risultato finale. Purtroppo la qualifica di ieri ci ha penalizzato parecchio, partire dalla quindicesima posizione non è mai facile. Avevamo un buon potenziale e, anche se il passo gara era buono non siamo riusciti a raggiungere i primi, il gap era troppo grande. È stata comunque una bella rimonta e voglio ringraziare tutta la squadra per l’ottimo lavoro svolto”.

FotoGallery