Messi e la ‘maledizione’ della Coppa del Mondo, parla Gianni Infantino: ”ingiusto che Leo non vinca il Mondiale! Paragone con Maradona? Ecco la grande differenza fra loro”

LaPresse/XinHua

L’Argentina rischia di non partecipare a Russia 2018, continua il difficile rapporto di Messi con i Mondiali: Gianni Infantino parla del difficile rapporto di Leo con la Coppa del Mondo e del paragone con Maradona

Messi è straordinario e sarebbe ingiusto se non vincesse una Coppa del Mondo“. A dirlo, sulle pagine del quotidiano argentino ‘La Nacion’, è il presidente della Fifa Gianni Infantino, da sempre estimatore del fuoriclasse del Barcellona che però, con la sua nazionale, non è mai riuscito a salire sul tetto del mondo. L’Albiceleste rischia di non approdare a ‘Russia2018’: per riuscirci senza play-off, domani, nella notte italiana, deve battere a Quito l’Ecuador. “Messi deve ancora vincere un Mondiale ma non è l’unico grande giocatore a non esserci riuscito – ha ricordato il dirigente italo-svizzero – Vedremo se sarà in Russia o in Qatar nel 2022, sembra che non possa mai infortunarsi, è così veloce che gli avversari non riescono a prenderlo“.

A proposito di grandi argentini, ovvio scatti il paragone tra la ‘Pulce’ e Maradona: “quello che ha reso Diego così speciale è che ci ha fatto tutti innamorare del calcio, vincendo anche una Coppa del Mondo. Maradona ha spopolato negli anni Ottanta e Novanta, Messi negli ultimi dieci anni“. Un erede naturale del ‘Pibe de Oro’ che però non ha ancora alzato, con l’Albiceleste, il trofeo più importante. (ITALPRESS)

FotoGallery