Il Milan va all-in con il talento ma è l’ennesimo bluff di Montella: AeK bastano per fare bella figura al tavolo europeo di San Siro

LaPresse/Spada

Suso, Bonaventura, Calhanoglu, Cutrone e Andrè Silva: le 5 carte giocate da Montella per l’all in scoprono solo l’ennesimo bluff. L’AEK Atene esce da San Siro con un punto senza grande fatica

LaPresse/Spada

Mentre Lazio e Atalanta rifilano un tris a testa alle loro rispettive avversarie, il Milan esce da San Siro con uno scialbo 0-0. Vista la caratura modesta dell’avversario, Montella aveva deciso di preparare una bella giocata ad effetto: una scala di talento per lanciarsi in un all-in spericolato e spettacolare. In campo contemporaneamente: Suso e Calhanoglu come interni di centrocampo, Bonaventura largo a sinistra e davanti la coppia Andrè Silva Cutrone. Il tutto senza rinunciare alle qualità di Rodriguez come terzo di difesa. Un modulo a trazione anteriore, una novità negli interpreti, ma non nell’interpretazione. Tante occasioni generate dalle indivualità e una grandissima sofferenza nella manovra corale che si affida ai lanci sballati di Bonucci. Il bluff del Milan viene scoperto quasi subito.

LaPresse/Spada

C’è l’8 (Suso) che troppo lontano dalla porta non riesce ad inventare. C’è il 9 (Andrè Silva) che gioca a corrente alternata e non viene mai servito in maniera adeguata. C’è il 10 (Calhanoglu) che vive di giocate isolate ed è pericoloso solo su punizione. C’è il Jack (Bonaventura) che predica da solo sull’out di sinistra ed è costretto a ripiegamenti difensivi che non sono nelle sue corde. Per chiudere la scala manca il 7 (Kalinic) il bomber, ancora alle prese con un infortunio. Il povero Cutrone prova a sfruttare la caparbietà della sua gioventù ma inizia per C e al Milan al massimo servirebbe una Q di… quadra. Quella che Montella proprio non riesce a trovare. Basta un AeK per far bella figura al tavolo di San Siro: del resto se a carte scoperte non si ha nemmeno una coppia (difensiva, disastroso Bonucci in impostazione, Musacchio rischia di regalare il vantaggio ai greci nel primo tempo), il punto se lo prende chi ha in mano la carta più alta (AssoeK). E con questo 0-0 in formato europeo, Montella ha quasi finito le fiches…

 

FotoGallery