F1 – Vettel severo con se stesso e la Ferrari, Seb duro: ”dobbiamo ammettere che questi problemi li abbiamo creati noi”

LaPresse/Photo4

Sebastian Vettel non nasconde tutta la sua delusione dopo il Gp degli Stati Uniti

Vettel deluso dopo il Gp degli Stati Uniti – Una vittoria, quella di Hamilton, che fa già festeggiare il team Mercedes, che si aggiudica con tre gare d’anticipo il titolo costruttori. Una gara piena di emozioni, sorpassi e tanto spettacolo: davanti alle tribune stracolme di spettatori, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas, Ricciardo e Verstappen hanno disputato un Gp degli Stati Uniti da urlo.

A trionfare è stato uno splendido Lewis Hamilton, seguito sul podio da Vettel e Raikkonen. Il finlandese della Ferrari si è piazzato al terzo posto grazie alla penalità di 5 secondi inflitta a Max Verstappen dopo il sorpasso a Raikkonen a poche curve dal traguardo di Austin.

LaPresse/Photo4

Vettel deluso dopo il Gp degli Stati Uniti – Visibilmente deluso Sebastian Vettel al termine della gara americana: “non sono contento ovviamente, la partenza è stata molto buona, in Giappone eravamo partiti simili ma ci è mancata la potenza, sono contento di averla completata qui“, ha esordito il tedesco della Ferrari ai microfoni di Sky Sport. “E’ stato comunque positivo, sarebbe stato buono trovare il ritmo ma dopo pochi giri le gomme sono diventate troppo calde e non era semplice stare dietro Lewis, ho cercato di difenderlo, sarei dovuto essere più duro ma loro erano più veloci, poi le due soste è stata la reazione al momento in gara, è stato molto più emozionante recuperare verso la fine“, ha aggiunto Vettel.

LaPresse/Photo4

La gara è finita da circa mezz’ora, forse un’ora quindi sono deluso dal fatto di non aver vinto, volevo vincere e pensavo di poterlo fare, le cose non sembrano positive, siamo sulla strada giusta ma con tutte le cose che sono successe, tutti problemi nostri sono cose che abbiamo sbagliato noi, dobbiamo fare in modo di ammettere a noi stessi che questi problemi li abbiamo creati noi e abbiamo permesso che accadessero e questo ha fatto la differenza. Dal punto di vista del passo siamo sempre stati lì, non oggi, ma in altre gare si“, ha ammesso poi severamente il ferrarista.

LaPresse/XinHua

Vettel deluso dopo il Gp degli Stati Uniti – Adesso non mi importa davvero del sorpasso a Bottas, ho visto lo spazio, volevo superarlo, ho detto proviamoci, buttiamoci in mezzo, ci ho provato, era cruciale cercare di superarlo e poi abbiamo giocato bene con Kimi per cercare di tenerlo dietro, non è stato sufficiente ma l’ultima parte della gara è stata più entusiasmante del resto“, ha concluso.

FotoGallery