F1, che sorpresa in casa Ferrari ad Austin: ecco cosa è spuntato sulle monoposto di Vettel e Raikkonen

LaPresse/Photo4

La Ferrari ha portato ad Austin il diffusore posteriore provato per qualche giro durante i test dell’Hungaroring lo scorso agosto

La pausa è finita, si torna in pista oggi ad Austin per le prime sessioni di prove libere del Gp del Texas. Un appuntamento importante che potrebbe consegnare la corona iridata a Lewis Hamilton, in vantaggio di 59 punti su Sebastian Vettel.

LaPresse/Photo4

Per chiudere il duello iridato, il pilota della Mercedes dovrebbe conquistare sedici punti in più del rivale, un’ipotesi che appare difficile ma non impossibile, visti i problemi recenti di affidabilità della Ferrari. Proprio per ovviare a questi inconvenienti, il team di Maranello ha cambiato nuovamente la struttura della propria monoposto, portando ad Austin il diffusore posteriore utilizzato per pochi giri durante i test all’Hungaroring svolti nell’agosto scorso. Una soluzione inizialmente bocciata ma, adesso, riproposta con piccoli aggiustamenti che riguardano la parte centrale che adesso ha un andamento lineare mentre in precedenza era curva. Ai lati della struttura deformabile del cambio, appare adesso anche un piccolo deviatore di flusso che lavora in sinergia con l’aletta da sempre presente poco più in alto. Utilizzando questo nuovo componente, il team di Maranello dovrebbe migliorare l’efficienza aerodinamica, riducendo la resistenza all’avanzamento della monoposto per avere una maggiore velocità massima. La Ferrari ci prova, gli uomini in rosso non hanno nessuna intenzione di arrendersi.

FotoGallery