F1 – Hamilton raggiante dopo le qualifiche: ”io extraterrestre?Shhh, non ditelo! Guido la miglior Mercedes di sempre. Per domani dico che…”

LaPresse/EFE

C’è un extraterrestre sul circuito di Austin! Lewis Hamilton è raggiante dopo la pole position nel GP americano: il merito è anche della ‘miglior Mercedes di sempre’

Austin, Teaxs, un alieno è atterrato a velocità supersonica sul tracciato, superando tutti gli altri piloti a bordo di una Mercedes spaziale“. Più o meno sarebbe questo il racconto fantascientifico delle qualifiche del Gp di Austin che hanno visto il pilota Mercedes conquistare la 72ª pole position della sua carriera. Durante le interviste post sessione di qualifica Hamilton ci ha scherzato su in merito al paragone ‘extraterrestre’, ammettendo però di essere nella miglior forma psico-fisica della carriera, nonchè alla guida di una Mercedes eccezionale.

Io extraterrestre? Non facciamolo sapere a tutti! Mi sento sicuramente molto bene, a livello fisico e a livello mentale sono più forte che mai. A livello fisico credo che sia dovuto a quello che sto mangiando, ho la dieta migliore che io abbia mai seguito, non riesco a esprimere quanto mi sento bene. A livello mentale, sto lavorando con il team in modo fantastico e anche in fabbrica c’è un lavoro grandioso sulla comprensione di questa macchina e delle gomme. – ha dichiarato Hamilton – Mi sto godendo la guida di questa macchina, quella di quest’anno è la migliore di gran lunga: miglior carico aerodinamico, miglior aderenza, riesci a buttarla da una parte all’altra del circuito. Sono ancora più emozionato pensando all’anno prossimo in cui la macchina sarà ancora più veloce. Sicuramente tutte le qualifiche sono state molto forti. Nell’ultimo giro, in sostanza, ho fatto il primo giro che era per la pole position, il secondo per migliorare. La prima parte giro è stata molto buona, credo di essere stato davanti di un decimo e mezzo o due, poi ho perso qualcosa e c’è stata una grossa raffica che mi ha fatto perdere un po’ di tempo. Domani io imbattibile? Nessuno lo è. Sebastian sta facendo un grandissimo lavoro ma il mio obiettivo sarà vincere la gara domani, quindi dipenderà dalla pianificazione della strategia in gara e da quanto riuscirò a fare la mia parte. Credo di essere nella posizione giusta per fare il miglior lavoro possibile ed avere tutti gli strumenti per farlo“.

FotoGallery