F1 – Hamilton e le dediche alla famiglia, Vettel e Raikkonen un po’ troppo freddi: le parole sul podio dei protagonisti del Gp degli Stati Uniti

Grande festa ad Austin per Lewis Hamilton: le parole dei protagonisti del Gp degli Stati Uniti dopo la premiazione sul podio americano

Una vittoria, quella di Hamilton, che fa già festeggiare il team Mercedes, che si aggiudica con tre gare d’anticipo il titolo costruttori. Una gara piena di emozioni, sorpassi e tanto spettacolo: davanti alle tribune stracolme di spettatori, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas, Ricciardo e Verstappen hanno disputato un Gp degli Stati Uniti da urlo.

Il vincitore è Lewis Hamilton, seguito sul podio da Vettel e da Kimi Raikkonen, che si piazza al terzo posto dopo una penalizzazione di cinque secondi a Max Verstappen. Continua quindi la lotta tra il britannico della Mercedes e il tedesco della Ferrari per il titolo Mondiale.

Felice e soddisfatto Hamilton al termine della gara: “guarda che pubblico, fantastico. Dal 2012 questo pubblico è cresciuto di anno in anno, oggi è stata una giornata bellissima, io amo questa pista, credo sia la mia preferita in assoluto, adoro il modo in cui ondeggiano queste curve, la direzione del vento credo ci abbia dato la miglior base per lavorare. Merito al team in fabbrica e al te qui in pista. Io mi sento alla grande. Onestamente per me è un onore averti qui, è stata un’esperienza che mi ha riportato sui piedi per terra, è il mio lavoro da sogno, non sarei qui senza la mia famiglia, mio fratello che è qua, mia mamma che è là in fondo. E’ stata un’annata straordinari a finora, mi sono goduto la guida oggi non mi aspettavo di avere il passo di Sebastian, ci sono tre gare in più da vincere per me, quindi spingiamo fino alla fine“, ha dichiarato il leader della classifica piloti sul podio, intervistato da Usain Bolt.

Soddisfatto ma non troppo sorridente Sebastian Vettel: “credo che in partenza ci eravamo messi bene perchè avevamo superato Lewis ma rapidamente ci siamo dovuti rendere conto che non potevamo tenere il suo passo, poi ci siamo trovati sulla terra di nessuno, eravamo di nuovo vicini dopo il primo stop ma poi abbiamo deciso di fermarci di nuovo e col set di gomme fresco abbiamo potuto spingere di più. Non c’è stato un grosso segreto, erano più veloci di noi, e noi in gara non abbiamo avuto il loro passo, non è questione di strategia”, ha aggiunto.

Ero abbastanza deluso appena dopo la gara perchè pensavo di essere arrivato quarto ma c’è stato un problema con Max ma è stata una gran gara, la mia gara era molto buona per tutta la gara, verso la fine ho dovuto gestire il carburante, ma la macchina è andata benissimo“, ha concluso Raikkonen.

FotoGallery