Dopo la sconfitta di Shanghai Nadal guarda il lato positivo: ”devo dire grazie al mio team: ecco perchè sono qui oggi”

LaPresse/Reuters

Dopo la sconfitta nella finale di Shanghai contro Federer, Nadal guarda comunque il lato positivo: per lo spagnolo è stata una grande stagione, merito anche del grande lavoro fatto dal team

Il 2017 stratosferico di Rafa Nadal ha solo una macchia: Roger Federer. In quattro incontri giocati in stagione, Rafa ha perso 4 volte: dagli Australian Open a Indian Wells, passando per Miami e quest’oggi a Shanghai, Federer si è dimostrato la kryptonite di Nadal. Lo spagnolo, anche in ‘versione’ n°1 non ha potuto nulla sul veloce contro lo svizzero. Nonostante la sconfitta però, Nadal è riuscito a guardare il lato positivo, pensando alla grande stagione vissuta nel 2017, che adesso sta volgendo al termine. Nel discorso post match lo spagnolo ha ringraziato particolarmente il suo team che lo ha aiutato ad a raggiungere questi prestigiosi risultati.

Faccio prima di tutto le congratulazioni a Roger e al suo team per la stagione e per il match giocato, bravo. Ringrazio poi il torneo di Shanghai, chi lo organizza e gli sponsor. Quest’anno è stato quello di maggior successo per me in Cina: ho vinto a Pechino e ho fatto finale qui. Dopo un anno così lungo è stato importante per me avere questi buoni risultati in queste ultime due settimane. Ringrazio il mio team, i presenti a Shanghai e chi mi supporta da casa. È stato un anno di grandi emozioni, e non è ancora finito. Dopo quello che abbiamo passato nelle ultime due stagioni arrivare fin qui è stato un lavoro di tutti. Grazie a tutto il pubblico di Shanghai, spero di rivederci il prossimo anno. Giocare di fronte a voi è sempre ‘prime time’, vi ringrazio dal profondo del cuore“.

FotoGallery