Conte si veste da Mourinho, che schiaffo a José e ad Ancelotti: “io non sono come loro”

LaPresse/PA

Antonio Conte si ‘veste’ da José Mourinho per difendere la sua panchina al Chelsea: che schiaffo a José e ad Ancelotti

Conte, Chelsea

LaPresse/PA

Chelsea, Conte alla Mourinho –Io sono diverso”. La panchina di Antonio Conte ha traballato sabato scorso quando, a Stamford Bridge, il Watford era andato sul 2-1 lasciando intravedere lo spettro della terza sconfitta di fila. Eventualità poi scongiurata dai Blues anche se la posizione di Conte resta non saldissima. Del resto Roman Abramovich non è mai stato sinonimo di pazienza e a farne le spese sono stati allenatori come José Mourinho e Carlo Ancelotti, cacciati nonostante i trofei vinti. “Io non sono come gli altri allenatori che sono stati qui, sono diverso – il commento di Conte relativo alle voci che potrebbero vederlo esonerato – E’ importante capire questo. La società deve giudicare il lavoro e, onestamente, non sono preoccupato dal fatto che se perdiamo una partita mi cacciano. In passato il club ha deciso, dopo due o tre brutte sconfitte, di esonerare l’allenatore ma non penso sia lo stesso per tutti. Cambia la persona, cambia il lavoro, se mi chiedete se sento questo tipo di pressione da parte del club, la mia risposta è zero“. (ITALPRESS).

FotoGallery