Carburanti, brutte notizie per gli automobilisti: il prezzo del Gpl sale ancora

Brutto risveglio per gli automobilisti. Sale il prezzo del GPL sulla rete carburanti italiana

Ancora aumenti concentrati sul Gpl sulla rete carburanti italiana. Mentre le quotazioni in Mediterraneo della benzina e del diesel scendono, infatti, dopo il primo segnale al rialzo ieri di Tamoil sul carburante gassoso si registrano oggi ritocchi generalizzati dei prezzi raccomandati del Gpl nell’ordine di 1-2 centesimi. Sul territorio, di conseguenza, prezzi praticati di verde e gasolio senza particolari scosse e Gpl con tendenza alla crescita. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,524 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,517 a 1,550 euro/litro (no-logo 1,500).

Il prezzo medio praticato del diesel è pari a 1,374 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,369 a 1,394 euro/litro (no-logo a 1,349). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,652 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,616 a 1,743 euro/litro (no-logo a 1,529), mentre per il diesel la media è a 1,504 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,471 a 1,595 euro/litro (no-logo a 1,379). Il Gpl, infine, va da 0,628 a 0,640 euro/litro (no-logo a 0,607). (AdnKronos)

FotoGallery