Atletica, da Torino ad Arezzo: tutte le maratone del weekend ed i rispettivi vincitori

mezza maratona

Un weekend all’insegna dell’atletica e delle maratone quello che si sta per concludere e che ha visto trionfare un italiana anche anche a Francoforte

ATLETICA, MARATONA TORINO: VINCE IL 21ENNE GIACOBAZZI
Successo italiano alla Maratona di Torino. A conquistare la vittoria è il giovane Alessandro Giacobazzi, che taglia per primo il traguardo di piazza Castello in 2h15:25. Il 21enne emiliano di Pavullo nel Frignano, in gara per La Fratellanza 1874 Modena, conferma i progressi di questa stagione alla sua seconda esperienza nei 42,195 chilometri, dopo l’esordio dello scorso 11 dicembre con 2h23:26 a Reggio Emilia. Cresciuto sotto la guida tecnica di Mauro Bazzani, tra gli juniores è stato protagonista a livello internazionale in maglia azzurra, fino a mettersi al collo la medaglia d’oro a squadre under 20 agli Europei di cross nel 2014 e l’argento per team nel 2015, anno in cui si è piazzato sesto alla rassegna continentale di categoria nei 10.000 metri. Sulle strade del capoluogo piemontese, nell’edizione numero 31 dell’evento, il momento decisivo al 38° chilometro quando Giacobazzi supera i due atleti africani che fino a quel momento erano in testa: il keniano Simon Kamau, poi secondo all’arrivo con 2h16:49, e il marocchino Youssef Sbaai, portacolori della società organizzatrice Team Marathon e vincitore uscente, terzo in 2h19:20. L’azzurro ha messo a segno una notevole rimonta: a metà della gara scattata da piazza San Carlo, il suo ritardo era di quasi due minuti nei confronti di Sbaai che comandava con 1h06:17, mentre Giacobazzi inseguiva a 1h07:51. Tra le donne si afferma la polacca Patrycja Wlodarczyk con il tempo di 2h53:27.

ANNA INCERTI DECIMA A FRANCOFORTE
Decimo posto per Anna Incerti alla maratona di Francoforte. La siciliana delle Fiamme Azzurre, campionessa europea nel 2010, chiude con il tempo di 2h32:11 tornando così a completare una prova sui 42,195 chilometri a cinque settimane dal ritiro di Berlino. Un risultato che vale la terza prestazione italiana dell’anno sui 42,195 chilometri al femminile, dopo il 2h28:34 di Catherine Bertone proprio a Berlino e il 2h29:58 della stessa Incerti a Milano. Oggi la 37enne palermitana, in una mattina caratterizzata dal forte vento sul percorso con 12 gradi di temperatura alla partenza, è transitata in 1h13:40 a metà gara nella diciottesima maratona della carriera, prima di una progressiva flessione nella seconda parte. Questi i parziali: 35:03 (10 km), 1h09:45 (20 km), 1h46:09 (30 km), 2h23:42 (40 km). Alle sue spalle Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior), quattordicesima posizione con 2h39:15 per la comasca che abbassa il primato stagionale dopo un passaggio alla mezza in 1h16:57, e la debuttante altoatesina Agnes Tschurtschenthaler (Niederdorf Raiffeisen), sedicesima in 2h40:40.

STRANEO A BARI: “RIPARTO DA QUI”
Un test agonistico per l’azzurra Valeria Straneo, impegnata oggi sulle strade di Bari. Al traguardo intermedio della San Nicola Half Marathon, fissato su una distanza di poco inferiore ai 10 chilometri, la piemontese del Laguna Running ha chiuso con il tempo di 32:22 in una mattinata di sole. La vicecampionessa europea di maratona, argento iridato nel 2013, prosegue così il suo percorso di ripresa dopo i problemi fisici che l’hanno frenata in questa stagione. “Finalmente ho corso sotto i 3:30 al chilometro – dichiara – e lo prendo come un buon modo per ricominciare. Era quello che mi attendevo da questa gara, svolta in un clima caldo che a me piace particolarmente. Adesso mi alleno sotto la guida di Massimo Magnani e cerco di stare ancora più attenta a gestirmi, spero che sia la ricetta vincente. Ho intenzione di tornare in gara il 26 novembre, alla prima edizione della Milano Half Marathon, dove vorrei fare la mezza”.

LA ROSA SETTIMO ALLA MEZZA DI AREZZO
Nella 19ª Maratonina Città di Arezzo, l’azzurro Stefano La Rosa è settimo in 1h03:20. Il 32enne carabiniere grossetano, che ha partecipato alla maratona olimpica di Rio e poi a quella mondiale di Londra, recupera alcune posizioni con un finale in rimonta, lasciandosi alle spalle diversi atleti africani, e migliora il primato stagionale sulla distanza dei 21,097 km, al quarto posto nella lista italiana dell’anno guidata da Yassine Rachik (1h02:12 nella rassegna tricolore di Agropoli). Oggi, sulle strade della città toscana, nella lotta per la vittoria si decide tutto negli ultimi tre chilometri con il keniano James Murithi Mburugu in 1h02:14 davanti ai connazionali Moses Kemei, secondo in 1h02:24, e Rodgers Maiyo (1h02:37), terzo dopo aver condotto a lungo la gara, ma in cinque chiudono sotto il crono di 1h03. Al femminile dominio dell’altra keniana Winfridah Moraa Moseti (Atletica 2005) con 1h09:41 a soli tre secondi dal personale.

CORSA DEI SANTI: IL 31 OTTOBRE CONFERENZA STAMPA A PALAZZO SAN CALISTO
Martedì 31 ottobre 2017, alle ore 12, a Palazzo San Calisto (Piazza San Calisto, 16 – parcheggio interno alla struttura) si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della 10^ edizione della Corsa dei Santi, in programma l’1 novembre a Roma (in allegato l’invito). Alle ore 13 seguirà lunch. Alle ore 14.45, nella stessa sede, si svolgerà il convegno “Lo Sport inclusivo: uno sguardo verso l’alto”, al quale parteciperanno autorità religiose e istituzionali e la testimonial della Corsa dei Santi Giusy Versace. NOTA BENE – Modalità di accreditamento: i giornalisti e gli operatori media che intendono accreditarsi devono inviare richiesta alla Sala Stampa della Santa Sede indicando la funzione e la testata di appartenenza ed inviando copia del documento d’identità. Coloro che già dispongono di accredito ordinario valido per la Sala Stampa della Santa Sede devono inviare una richiesta di partecipazione secondo le consuete modalità. Tutte le richieste dovranno pervenire entro 48 ore dall’evento all’email accreditamenti@salastampa.va ed in copia a info@corsadeisanti.it

FotoGallery