Tre gol e una… panchina, Montella rimanda André Silva: “ecco cosa gli manca. Bonucci? Rispondo così”

LaPresse/Spada

L’allenatore del Milan Montella rimanda André Silva e in conferenza stampa lancia un chiaro messaggio a Bonucci

Milan, Montella

LaPresse/Spada

Milan, Montella non le manda a dire – André Silva ha potenzialità evidenti da calciatore importante, gli auguro di diventare uno dei più forti d’Europa e ha l’età dalla sua parte. Deve migliorare sotto porta, essere più cattivo, ma è tra i migliori in circolazione. Sia lui che Calhanoglu sono iocatori di qualità, ma non riesco a starvi dietro: una partita gioca così così è brocco, ne gioca una bene ed è un fenomeno. Ci vuole equilibrio almeno da parte mia, sono giovani e il valore assoluto di un giocatore si misura con il tempo”, un messaggio chiaro quello di Vincenzo Montella in conferenza stampa.

André Silva, Milan

LaPresse/Spada

Milan, Montella non le manda a dire – L’allenatore del Milan rimanda al momento André Silva, che difficilmente domani giocherà titolare contro l’Udinese: “André Silva in panchina? Non ho provato ieri la squadra in campo, voi scrivete le cose e fate domande sulle cose che ipotizzate. Giocando ogni tre giorni c’è spazio per tutti e ci sarà bisogno di tutti. Cutrone è stato dimenticato da alcuni ma non è così, ci darà ancora un grosso aiuto, le scelte verranno fatte di volta in volta ed è bello avere qualche dubbio di formazione fino alla fine”.

Bonucci, Milan

LaPresse/Spada

Milan, Montella non le manda a dire – Infine, da parte del Milan, un pensiero su Bonucci:la sua storia dice che si applica sia a tre che a quattro. E’ arrivato in finale di Champions con la Juve giocando a quattro. Può giocare in un modo o nell’altro, poi dipende dai compagni di reparto”, ha concluso Montella.

FotoGallery