Torino, Mihajlovic non vede alternative: “se giochiamo come sappiamo, ovviamente possiamo vincere”

LaPresse/Gerardo Cafaro

Sinisa Mihajlovic presenta la sfida che domani vedrà opposto il Torino all’Udinese, l’allenatore serbo svela anche parte della formazione

L’Udinese ha caratteristiche differenti dalla Sampdoria. E’ una squadra molto fisica, che ti fa giocare male. Ho molto rispetto per loro: a Milano potevano ottenere molto di piu’“. Cosi’ il tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic, alla vigilia del match di domani sera in Friuli contro i bianconeri di Delneri.

Dobbiamo fare una partita matura, dobbiamo essere concreti davanti e attenti dietro. Occorrera’ essere bravi a sfruttare le poche opportunita’ che ci concederanno. Se giochiamo come sappiamo ovviamente possiamo vincere e questo sara’ il nostro obiettivo, come sempre“, sottolinea il tecnico granata che non pensa alla Juventus ma che qualche novita’, nella formazione di domani, presentera’. “Cambieremo sicuramente qualcosa, non perche’ pensiamo al derby, ma in virtu’ del fatto che abbiamo molti calciatori in rosa e tutti hanno diritto a far vedere quanto valgono. Lyanco? Domani giochera’. E’ pronto, ha le caratteristiche per fare una grande carriera, ma e’ giovane e occorre pazienza. E’ un calciatore completo con ampi margini di miglioramento“.

Domani sera il Toro dovra’ fare i conti con un ex che avra’ voglia di farsi rimpiangere. “Conosco bene Maxi Lopez e gli auguro di fare una grande stagione. E’ un calciatore importante e sara’ uno di quelli che potra’ metterci in difficolta’ domani“. Mihajlovic si sofferma su due argentini che possono dare tanto alla causa granata, il primo e’ Burdisso. “Sta meglio. Queste tre partite in sei giorni non arrivano in un buon momento per noi perche’ abbiamo molti calciatori che stanno recuperando la forma fisica. Ma abbiamo un ottimo gruppo e possiamo superare i momenti di difficolta’ come questo. Burdisso sta crescendo, e’ una roccia“. Il secondo e’ l’ex Inter Ansaldi. “Quando e’ arrivato era un po’ indietro fisicamente, ora e’ a posto. Nell’ultimo periodo ha giocato con poca continuita’ all’Inter, ma io lo considero al pari di un titolare: domani potrebbe esserci spazio anche per lui“.

L’obiettivo del Toro e’ l’Europa, Mihajlovic non l’ha mai nascosto. “Quest’anno abbiamo quattro punti in piu’ rispetto all’anno scorso e siamo migliorati nella fase difensiva. Siamo una squadra che crea tanto, ma ci manca ancora un po’ di cinismo. Per andare in Europa servono 10-15 punti in piu’ dell’anno passato e finora siamo in media. Il campionato e’ ancora lungo: pensiamo partita dopo partita e vediamo dove possiamo arrivare“. (ITALPRESS)

FotoGallery