Serena Williams e le difficoltà di essere mamma, la lettera alla madre è splendida: ”vorrei essere forte come te, mi chiedo come hai fatto a…”

Serena Williams è alle prese con le asie e i dubbi di una neo mamma. La tennista ha voluto rivolgere una splendida lettera a sua madre, augurandosi di poter essere forte quanto lei nel crescere sua figlia

Madre da pochi giorni della piccola Alexys Olimpia, Serena Williams sta iniziando a rendersi conto di quanto sia difficile essere genitori. La tennista si è chiesta se sarà in grado di aiutare la figlia a sopportare tutto quello che ha subito lei durante la sua adolescenza, il razzismo, le frasi omofobe, gli insulti. Il pensiero di Serena è andato subito alla madre, colei che con gentilezza e una forza straordinaria non ha mai fatto mancare il suo supporto alla più piccola e più talentuosa delle sue figlie. Serena ha voluto ringraziare la madre con una splendida lettera che in poco tempo ha fatto il giro dei social.

Cara mamma, Sei una delle persone più forti che io conosca. Vedevo mia figlia (OMG, sì, ho una figlia) e ha le mie braccia e le mie gambe! Le mie stesse braccia e un corpo muscoloso, forte, potente e sensazionale.

Non so come reagirei se passasse ciò che ho passato io dall’età di 15 anni fino a oggi. Sono stata chiamata uomo perché sembravo più forte del normale. È stato detto che assumessi droghe (No, ho sempre avuto fin troppa integrità per comportarmi in modo disonesto e ottenere un vantaggio).

È stato detto che non appartengo agli sport femminili ma a quelli maschili perché sembro più forte rispetto a molte altre donne (No, lavoro duramente e sono orgogliosamente nata con questo corpo ). Ma mamma, non so come tu abbia fatto a sopportare ogni singolo giornalista, persona, speaker e hater che è stato fin troppo ignorante per capire la potenza che ha una donna nera.

Sono orgogliosa per essere stata in grado di mostrare loro come alcune donne sono fatte. Non appariamo tutti nello stesso modo. Abbiamo le curve, siamo forti, muscolose, alte, giusto per dirne alcune. Siamo donne e siamo orgogliose! Hai tanta classe, spero solo di poter seguire il tuo esempio .

La strada è ancora lunga ma GRAZIE. Grazie per essere stata il modello di comportamento di cui avevo bisogno per superare le difficoltà che ora vedo come sfide che mi divertono. Ora spero di insegnare a mia figlia Alexis Olympia la stessa cosa, e di avere la stessa forza che tu hai avuto.

Promettimi, mamma, che continuerai ad aiutarmi. Non sono sicura ancora di essere forte e gentile come te. Spero di esserlo un giorno. Ti amo profondamente.

La più piccola di cinque figlie,

Serena

FotoGallery