Scherma, tutto pronto ad Acireale per il 45° Campionato del mondo militare

Marco Alpozzi - LaPresse

Dal 12 al 18 settembre, Acireale ospiterà il 45° Campionato del mondo militare di scherma

Acireale e’ pronta a ospitare il 45° Campionato del mondo militari di scherma. Dal 12 al 18 settembre la citta’ siciliana, gia’ sede dei campionati del mondo cadetti e giovani nel 2008, tornera’ ad accogliere una competizione internazionale, promossa dall’Internazional Military Sport Council e organizzata dallo Stato Maggiore della Difesa e alla Federazione italiana scherma. Il Mondiale e’ stato presentato questa mattina a Roma, presso il Circolo degli Ufficiali delle Forze Armate, alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore, generale Roberto Graziano, del presidente del Coni Giovanni Malago’ e del presidente della Federazione italiana scherma Giorgio Scarso.

“In questi anni abbiamo lavorato davvero spalla a spalla con il Coni – ha dichiarato il ministro Pinotti – Abbiamo discusso e affrontato insieme i problemi dopo aver analizzato la situazione dei gruppi sportivi. Oggi possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati ottenuti. E siamo molto contenti dell’organizzazione di questi campionati”. “Il ministro Pinotti ha fatto tanto per lo sport militare – ha sottolineato il generale Graziano – Voglio ringraziare anche Malago’ per come ha cambiato questo mondo: lo sport militare e’ ben contento di partecipare a questa realta’”. La scherma, in particolare, deve tanto al supporto dei gruppi sportivi militari che permettono agli atleti di allenarsi e dedicarsi esclusivamente alla propria disciplina. Ad Acireale saranno in pedana atleti di primo piano nel panorama internazionale, tra cui i medagliati dei recenti Mondiali di Lipsia 2017.

In totale saranno presenti oltre 220 atleti in rappresentanza di 19 Paesi: Argentina, Bolivia, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Francia, Germania, Lettonia, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Svezia, Svizzera, Ucraina, Austria, Venezuela e ovviamente Italia. “Ci sono due sport in cui siamo al primo posto nel mondo: il tiro a volo e la scherma, di gran lunga la disciplina che ci ha portato il maggior numero di medaglie olimpiche – ha ricordato Malago’ – Siamo orgogliosi di quello che sta facendo la scherma: abbiamo il futuro assicurato grazie all’ottimo ricambio generazionale”. Anche l’appuntamento di Acireale sara’ onorato nel migliore dei modi dalla scherma azzurra con la presenza di tanti campioni: dall’olimpionico di Rio 2016 Daniele Garozzo ad Andrea Cassara’, Matteo Tagliariol, Giorgio Avola, Diego Occhiuzzi e Rossella Fiamingo, sino al bicampione iridato Paolo Pizzo, recentemente salito per la seconda volta sul tetto del mondo nella spada maschile a Lipsia.

Dalla rassegna iridata arrivera’ anche l’intera compagine di fioretto maschile, alla prima uscita ufficiale dopo la conquista dell’oro, e ancora Martina Batini, Camilla Mancini e Martina Criscio, fresche trionfatrici ai Mondiali nelle gare a squadre di fioretto e sciabola. “La scherma torna a casa – ha sottolineato il presidente Scarso – Il rapporto esistente tra i centri sportivi militari e le varie federazioni e’ un punto di riferimento per la crescita dello sport. Mai c’e’ stato tra noi un momento di incomprensione. Voglio ringraziarvi per quanto avete fatto: se la scherma italiana oggi ottiene risultati cosi’ importanti, grande merito va dato alle forze armate”. (ITALPRESS)

FotoGallery