Rivoluzione De Laurentiis: “Serie A a 16 squadre, ecco tutte le novità”. Poi massacra Tavecchio

De Laurentiis LaPresse/Ciro Sarpa

Il presidente del Napoli De Laurentiis svela la sua rivoluzione sulla Serie A. Poi usa parole al veleno contro il numero uno della FIGC Tavecchio

LaPresse / Roberto Monaldo

La rivoluzione della Serie A firmata Aurelio De Laurentiis. Il presidente del Napoli parla così ai microfoni di Radio 24, parole importanti così come la stoccata che il numero uno azzurro riserva al presidente della FIGC Carlo Tavecchio. Nel 1986 le squadre in Serie A erano 16, se fossero ancora 16 sarebbero tutti più felici e competitivi. Ritoccherei il numero di squadre con una sola retrocessione. È un problema che ho affrontato spesso con Tavecchio che mi risponde: ‘Siete voi della Serie A che vi dovete imporre!’, perché deve mantenere il suo posto e la sua poltrona, quindi ci sente e non ci sente. E tu che ci stai a fare? Vediamo anche con la Uefa come rimodulare il calcio per accontentare tutti quanti. Infront dice che il campionato a 20 porta i soldi? Non è vero, dice delle bugie che vanno bene alle piccole società di calcio, non a quelle che vorrebbero un calcio competitivo: per farlo servono grossi calciatori. In estate si è fatto un mercato con tantissimi soldi, prima con delle operazioni da 50-60-70 milioni sembrava chissà cosa avessi fatto, ora è diventata una follia!”, ha concluso De Laurentiis.

FotoGallery