Pellegri illude, Immobile rimonta allo scadere! Finale thriller al Ferraris: Genoa-Lazio finisce 2-3 [GALLERY]

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

/

La Lazio vince al Ferraris 3-2 grazie ad una doppietta di Immobile e a Bastos. Inutili le due reti del Genoa del giovane Pellegri

LaPresse/Tano Pecoraro

Una follia di Gentiletti vanifica le prodezze di un 16enne con le stimmate del predestinato, la Lazio ringrazia e torna a casa con i tre punti che le consentono di non perdere di vista le tre davanti. Ciro Immobile e Pietro Pellegri sono i protagonisti assoluti della sfida del Ferraris, dove la squadra di Inzaghi la spunta per 3-2 dopo un susseguirsi di colpi di scena. I biancocelesti, con Murgia in mezzo al fianco di Lucas Leiva e Luis Alberto e Milinkovic-Savic alle spalle di Immobile, dominano per gran parte della gara, vanno in vantaggio per due volte, prima con Bastos e poi con Immobile, si fanno acciuffare da Pellegri e rischiano pure la beffa prima che il regalo del centrale argentino spiani la strada alla doppietta del bomber di Torre Annunziata. Un successo alla fine meritato davanti a un Genoa alla terza sconfitta in quattro gare e dove Juric paga la scelta di non giocare con un centravanti di ruolo – Taarabt ‘falso nueve’ con Ricci e Centurion ai lati viste le assenze di Pandev e Lapadula – già dopo 13 minuti: gran punizione dal limite di Milinkovic-Savic, Perin ci mette una pezza ma sulla palla arriva prima di tutti Bastos che da due passi non sbaglia. È un brutto colpo per il Grifone, dove Cofie, inserito al posto dello squalificato Bertolacci, fa poco filtro assieme a Veloso e la Lazio va cosi’ vicina al colpo del ko al 21′, quando Basta mette a lato da buonissima posizione. Juric scuote la testa e poco dopo la mezz’ora prova a correre ai ripari, inserendo Pellegri per Centurion, con Taarabt che si sposta sulla sinistra.

LaPresse/Tano Pecoraro

La formazione di Inzaghi è brava a gestirsi per poi ripartire forte nella ripresa dove al 6′ il tentativo da fuori del solito Milinkovic-Savic finisce non lontano dal palo. Ma passano sei minuti e il Genoa trova a sorpresa il pari proprio con Pellegri. Percussione centrale di Taarabt, De Vrij anticipa il 16enne attaccante ma prima un rimpallo e poi una deviazione di Radu sulla conclusione di Pellegri finiscono col beffare la formazione biancoceleste. Inzaghi butta dentro Caicedo per De Vrij, poi Marusic e Lukaku per Basta e Murgia e la Lazio trova nuove energie. L’impatto del belga e’ devastante e se Perin prima gli nega la rete bloccando la sua conclusione a botta sicura, al 25′ non può nulla sul tocco sottoporta di Immobile dopo l’azione dirompente sulla destra dello stesso Lukaku. Ma è una gioia che dura appena tre minuti, tanto basta a Pellegri per concedere il bis, stavolta sul cross di Zukanovic, lasciato troppo libero da un Lucas Leiva non abituato a fare il difensore. La Lazio prova a rialzare di nuovo la testa, Caicedo va a un soffio dal 3-2, ma poi e’ Strakosha a evitare il ko sull’incornata di Zukanovic. E al 37′ arriva lo sciagurato disimpegno di Gentiletti, con Immobile che si invola indisturbato verso la porta di Perin sigillando la vittoria. E mercoledi’, all’Olimpico, c’e’ un Lazio-Napoli per cuori forti. (ITALPRESS).

FotoGallery