NBA – Buyout Dwyane Wade, ecco perchè la soluzione accontenterebbe Bulls e giocatore

LaPresse/Reuters

Dwyane Wade è sempre più l0ntano dai Chicago Bulls: l’ipotesi buyout sembra la soluzione migliore, l’unica che accontenterebe entrambe le parti

Nonostante Wade non si sia mai espresso chiaramente, nonostante i Bulls non abbiano mai affrontato l’argomento in maniera diretta, la situazione a Chicago è ormai chiara a tutti: qualcosa fra Wade e i Bulls si è rotto. Il problema è il futuro che la franchigia dell’Illinois ha deciso di costruirsi con un rapido cambiamento di rotta: via Butler e rifondazione con il conseguente dimezzamento di speranze riguardanti tutto ciò che riguarda la post season. Dwayane Wade, nonostante i 35 anni, non si sente ancora un giocatore disposto a guardare i Playoffs dal divano e per questo motivo avrebbe deciso di cambiare aria.

Il presidente dei Bulls, John Paxson è intervenuto così sull’argomento: “non abbiamo parlato direttamente con Dwyane, ma coi suoi agenti. Capiamo le motivazioni del giocatore: è in una fase della carriera in cui vuole stare al top. Siamo più che disposti ad accordarci con lui e a trattare una buonuscita. Ma si deve trattare di un accordo che soddisfi anche noi. Non possiamo permetterci di perderlo alle sue condizioni, solo per farlo contento”.

La soluzione migliore sarebbe quindi quella di una buonuscita capace di accontentare entrambe le parti. Wade andrebbe probabilmente dall’amico LeBron James ai Cavs, la contender che gli permetterebbe di puntare al quarto anello NBA della carriera. I Bulls invece si libererebbero del suo contratto, pagando una cifra che li soddisfi, per sancire il definitivo rebuilding ripartendo dai giovani Markkanen, LaVine e Dunn.

FotoGallery