NBA – Basta riposi programmati, Adam Silver è pronto alla riforma contro la pratica del ‘resting’: ecco le novità!

LaPresse/EFE

Adam Siler pronto a combattere la pratica del ‘resting’, i riposi programmati delle grandi stelle in partite sulla carta semplici, che tolgono appeal e interesse ai match

Avete comprato i biglietti per i Cleveland Cavaliers, avete speso una fortuna, vi siete fatti un viaggio lungo e costoso solo per vedere LeBron James ma il n°23 dei Cavs non è nemmeno al palazzetto per questioni di riposo programmato? Niente paura, Adam Silver è pronto a combattere duramente la pratica del resting. Il Commissioner NBA ha infatti inoltrato una proposta all’NBA Competition Committee (il comitato che si occupa del mantenimento degli adeguati standard di agonismo nella Lega) che si occupa di impedire il riposo delle maggiori stelle NBA durante le partite trasmesse in diretta tv nazionale. Tali gare non faranno parte di back-to-back secondo logiche di calendario ben studiate. Un caso la proposta dovesse passare, Silver potrà multare le franchigie che non rispetteranno tale direttiva. Le squadre potranno comunque far riposare i propri giocatori in maniera ‘programmata’ nelle gare casalinghe, ma essi dovranno ugualmente presentarsi in panchina. In questo modo, lo spettacolo nelle ‘trasferte’ è garantito, in modo tale da ‘mostrare’ il LeBron James di turno anche ai fans delle città più lontane da Cleveland.

FotoGallery