MotoGp, Vinales svela il lato positivo del ritorno di Valentino Rossi e su van der Mark ammette: ”è come se ti dessero una caramella e te la tirassero via all’ultimo”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Maverick Vinales e la gara di Aragon: le sensazioni dello spagnolo alla vigilia della sfida di casa

Tutto pronto al circuito MotorLand per il Gp di Aragon, gara valida per il 14° appuntamento della stagione 2017 di MotoGp. Valentino Rossi può sorridere dopo il secondo ok dei medici, ricevuto oggi al circuito spagnolo, salirà in sella alla sua M1 domani per la prima sessione di prove libere, dopo la quale potrà iniziare a capire se riuscirà a gareggiare domenica. Si comincia però oggi, senza accendere i motori, con la conferenza stampa del giovedì.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Siamo tutti vicini e lo saremo fino all’ultima gara, la battaglia è sempre bella, normalmente siamo davanti a lottare ed è per questo che i gap sono così ravvicinati, tutti facciamo belle gare, a Misano abbiamo fatto un bel progresso soprattutto a livello di prestazioni sul bagnato, sono contento perchè non abbiamo perso molti punti. A Misano ci sentivamo molto bene sull’asciutto qui probabilmente sarà asciutto quindi dobbiamo cercare di far bene, la moto dà ottime sensazioni dobbiamo cercare di dare il massimo e lavorare per la gara. Specialmente l’anno scorso qui mi sono sentito molto bene, Aragon è una bella pista per il mio stile di guida“, ha dichiarato Maverick Vinales.

LaPresse/EFE

Impossibile non commentare il ritorno del suo compagno di squadra: “da parte nostra è molto positivo che sia già tornato Valentino, è buono per il team è anche un punto di riferimento, quest’anno Valentino è sempre stato molto veloce e davanti e quindi è positivo anche per me perchè c’è un’altra moto in pista e Valentino può essere davanti a lottare quindi può anche essere difficile da battere, è forte, sicuramente 40 punti sono tanti ma mancano ancora 5 gare e tutto può accadere, sono sicuro che dovrà decidere se sta bene deve provarci e poi c ‘è anche il campionato a squadre che è importante per la Yamaha. Per me è una buona decisione, spero che possa essere al 100% e speriamo che possa ancora lottare per la vittoria“, ha continuato lo spagnolo che sul ‘triste’ destino di van der Mark ha aggiunto: “è come se ti dessero una caramella e te la tirassero via all’ultimo, ma per la Yamaha è positivo che Valentino sia qui e che possa guidare la moto al 100% sicuramente sarà difficile per Michael ma è un’opportunità che capiterò solo una o due volte nella vita, un peccato per lui ma la situazione è questa, da parte mia speriamo che Valentino sia veloce“.

I piloti Yamaha, ad Aragon, avranno a disposizione due moto a testa col nuovo telaio: “credo che abbiamo già tutte le moto con i nuovi pezzi con il meglio che avevamo a disposizione, nulla di nuovo, lo stesso che avevamo a Misano“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Mentre alla domanda social Vinales ha infine rispost: “dietro le quinte normalmente lavoriamo tanto, siamo sempre qui col team a lavorare, è come una piccola famiglia, a casa sicuramente sono abituato ad uscire senza che nessuno mi riconosca, ad Andorra la gente non mi riconosce molto, sono tutti molto riservati ed è molto positive, sono libero di fare passeggiate e rilassarmi, che mi riconoscano o no non importa, se mi riconoscono sorrido mi fermo per una foto e basta“.

Tutto può succedere, questo weekend è buono per noi, abbiamo fatto qualche step in più, sono fiducioso che possiamo fare un buon weekend. Dobbiamo lavorare forte dal venerdì e provare tutto, provare a fare soprattutto una bella Fp4“, ha aggiunto poi lo spagnolo ai microfoni di Sky Sport.

FotoGallery