MotoGp – Jarvis adesso ‘difende’ Valentino Rossi: ”allenamento sbagliato? E’ difficile giudicare, ma…”

Lin Jarvis prende le difese Valentino Rossi: il team director Yamaha consapevole che i piloti hanno bisogno di allenarsi

Ore decisive in casa Yamaha. Valentino Rossi effettuerà qualche altro giro oggi a Misano, dopo quelli della giornata di ieri, per capire le sue condizioni fisiche dopo la frattura di tibia e perone e quindi annunciare se riuscirà ad essere presente o meno al Gp di Aragon.

Dopo 19 giorni c’è chi ancora si scaglia contro il nove volte campione del mondo, per il tipo di allenamenti rischioso, ma c’è anche chi prende le sue difese: “non si possono mettere i piloti in una teca per evitare che si facciano male”, ha infatti dichiarato Lin Jarvis come riportato da Motosprint.

LaPresse/Alessandro La Rocca

“Correre è nella natura dei piloti ma per allenarsi il regolamento vieta di utilizzare le loro moto e di scendere in pista sui circuiti ufficiali. Molti ultimamente stanno quindi scegliendo l’enduro. Certo, quando si allena al ranch la situazione è più sotto controllo, anche se cadi sai a cosa vai incontro. Anche prima del Mugello, Valentino era caduto facendo motocross e la dinamica dell’incidente sembrava molto più seria, per cui è difficile giudicare”, ha concluso il team director Yamaha che fino a poco tempo fa aveva ammesso di non pensare che quello del Dottore fosse il migliore allenamento per la MotoGp.

FotoGallery