MotoGp – A tutto Marquez, dal sorriso (sbiancato) alle difese di Valentino Rossi: ”è arrivato dove è arrivato perchè si allena tanto”

Credits Instagram: @motogp

Marc Marquez difende Valentino Rossi dalle critiche e racconta sensazioni ed emozioni di un 2017 ricco di sorprese

Una stagione particolare, quella 2017 di MotoGp. Per Marquez non è sempre andato tutto rose e fiori, ma adesso si trova il vetta alla classifica piloti, a pari punti con Dovizioso. Il campione del mondo in carica è un tipo che non si abbatte facilmente, ma sfoggia uno smagliante sorriso anche nei momenti più difficili: “il sorriso è sempre stato là (un po’ di sbiancamento ai denti l’ho fatto eh), ci sono momenti più difficili di altri, l’inizio della stagione è stato veramente difficile ma adesso mi sto trovando abbastanza bene, è un momento difficile ma in un altro senso, siamo tutti molto vicini e bisogna fare attenzione in tutti i weekend.

LaPresse/Alessandro La Rocca

La moto è migliorata, la Honda ha fatto un motore diverso, adesso è un po’ tutto più sotto controllo, dalle Fp1 siamo ad un livello pronto per fare il set up al modo giusto ed arrivare a domenica bene. Noi abbiamo un problema più che del motore del wheeling, la gomma davanti impenna e perdiamo molto, troppo. Abbiamo fatto un bilanciamento della moto diverso, ho fatto fatica a capire come bisogna guidare, guido un po’ diverso, ma onestamente non posso guidare sempre così, a Silverstone siamo tornati a quello che avevo prima“, ha raccontato lo spagnolo in un’intervista a pranzo con giornalisti di Sky Sport.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Tanti i rivali di Marquez, tra sorprese stupefacenti: “io penso che Vinales sia allo stesso livello di prima, ma gli altri, specialmente la Ducati, hanno fatto uno step in avanti, anche noi, lui è rimasto dov’era invece per fortuna per noi, ma lui è fortissimo. Con Andrea il rapporto è molto buono, penso che nessuno si aspettava un Andrea così, pensavo che avrebbe vinto qualche gara e basta, adesso è forte sempre. E’ un pilota dal quale puoi imparare tantissimo. La gente dice Valentino ha tanta esperienza, ma Andrea se guardi ha la stessa più o meno di Valentino, ha fatto tante gare, ha avuto tanti problemi e momenti difficili, è un ragazzo che lavora tantissimo, e penso che la Ducati è dove è adesso anche per il grande lavoro di Dovizioso“, ha spiegato prima di parlare del suo futuro, degli obiettivi: “non voglio pensare un obiettivo, io voglio vedere cosa succede al momento, quest’anno siamo qui, lottiamo per un campionato bellissimo e provo e voglio vincerlo, ma dove voglio arrivare non ci penso, vediamo, ho 24 anni, se posso arrivare a 7 meglio, 10 meglio, 15 meglio, ma impossibile saperlo, non mi mento limiti“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Impossibile poi non commentare le sensazioni provate a Silverstone dopo la rottura del motore della sua Honda: “mai era successo, avevamo avuto qualche problema ogni tanto, ma un motore esploso così mai. Alla fine la Yamaha al Mugello era successo l’anno scorso, può succedere, ma in quel momento vuoi spaccare tutto. Dopo si deve capire, le moto sono così, è uno sport dove il pilota è importante, i meccanici e la moto anche, devi provare a gestire tutto ma queste cose possono capitare“.

Instagram @marcmarquez

Mentre sulla situazione di Valentino Rossi ha ammesso: “mi è capitato l’ultima volta nel 2008, è dura, vedere da casa anche lui che si sta giocando il campionato è dura e mi dispiace. Siamo piloti tutti e vogliamo vincere con tutti in pista. Quando l’ho letto, lui si allena tantissimo in moto, sempre c’è il rischio. A me dispiace quando la gente parla perchè ti alleni così prima di Misano, alla fine Valentino è arrivato dove è arrivato perchè si allena 2 3 volte la settimana in moto e gli piace”.

LaPresse/EXPA

Marquez ha poi commentato le simpatiche difficoltà di lavorare con i giapponesi: “è difficile, ho capito dopo, ma all’inizio se parli con un giapponese e dici questo un problema, loro annuiscono sempre io pensavo che dicessero ok, ma in realtà ti stanno ascoltando ma non hanno capito. poi gli dico questo  il problema e poi lui me lo deve dire un’altra volta“.

Non sono mancati poi gli scoop… sentimentali: “prima devo cercarla la fidanzata, sono single al 100%. Io non riesco a vedermi con la fidanzata ai box vicino a me, sto lavorando. Dopo si ma durante no, tecnico, la fidanzata non ha senso per me adesso. Magari tra tre anni sarò impazzito e innamorato e la fidanzata sarà ovunque. Onestamente non ho mai fatto nessuna pazzia per amore”.

LaPresse/EXPA

Mentre su un possibile addio alla Honda e le voci di un suo rifiuto alla Ducati ha spiegato: “io ho sempre detto che se il progetto è vincente, che si può vincere in quell’anno io ci penso, è così, io voglio essere sempre al posto giusto nel momento giusto, è difficile ma so che questo è un mondo nel quale devi andare dove senti di andare, adesso sto molto bene alla Honda, per me non sono importanti i soldi, non sono tutto, la felicità viene dal mio team. Se ti senti parte del team, dell’azienda. Potrei rimanerci a vita, io non sono chiuso però, sono aperto sempreHo sempre la curiosità di provare altre cose, chissà cosa potrei fare con una moto o un’altra, a me piacerebbe essere in un circuito chiuso avere tutte le moto scegliere la migliore e andare, la curiosità c’è sempre“.

FotoGallery