Mondiali di Bergen, Tom Dumoulin avverte i suoi avversari: “sono venuto qui per tre gare”

Tom Dumoulin

Tom Dumoulin, ciclista della Sunweb, dopo aver trionfato sia nella cronometro a squadre che individuale vuole vincere anche la prova in linea di domenica

Tom Dumoulin trionfa meritatamente per la seconda volta in questi Mondiali di Bergen. Il ciclista della Sunweb ha dominato la cronometro valida per la maglia iridata, infliggendo un distacco importante su tutti gli avversari. Nulla da fare per Chris Froome che per la seconda volta è stato sconfitto. La Farfalla di Maastricht domenica scorsa ha trionfato nella cronometro a squadre realizzando un ritmo indiavolato e con la vittoria di ieri sale a due medaglie d’oro conquistate in questi Mondiali di Bergen.

Il vincitore del Giro d’Italia sta letteralmente facendo terra bruciata in questa specialità. Tom Dumoulin ha spiegato come ha lavorato per ottenere questa vittoria: “nella prima parte di stagione avevo lavorato per migliorare in salita, nella seconda ho iniziato a pensare alla cronometro mondiale. Io sono un cronoman sin da Under 23, questa specialità mi viene naturale, e la maglia iridata è una delle cose che più mi piacciono. Andavo così forte che pensavo che il mio computerino fosse rotto – ha dichiarato il campione del mondo a cronometro come riportato da La Gazzetta dello Sport -. Eppure nella ricognizione in aprile sembrava fossi obbligato a farlo: in realtà, io mi trovo benissimo sulla bicicletta da crono anche quando la strada sale. Io sono venuto qui per tre gare. E sono ancora qui”.

Infine Tom Dumoulin ha parlato della sua vittoria al Giro d’Italia: “la maglia rosa mi ha fatto capire che potevo fare più di quanto immaginassi – ha concluso -. Non pensavo che per me fosse possibile vincere un grande giro, al massimo entrare nei 10. È stata una sorpresa. Però non volevo fermarmi o sparire, non volevo che la gente si dimenticasse di me”.

FotoGallery