Maratona di Berlino – Kipchoge trionfa senza record del mondo, tra le donne sesta la Bertone

LaPresse/PA

Eliud Kipchoge vince la maratone di Berlino davanti all’esordiente Guye Adola. Tra le donne trionfa la keniana Cherono, sesta l’italiana Bertone

Il tanto atteso primato del mondo non arriva, ma la maratona di Berlino non delude e regala uno straordinario duello tra Eliud Kipchoge e l’esordiente Guye Adola. L’olimpionico keniano chiude in 2h03:32, a 35 secondi dal record mondiale di Dennis Kimetto, Adola firma il miglior esordio della storia in 2h03:46. La gara perde lungo la strada gli altri due pretendenti al primato, Kenenisa Bekele e Wilson Kipsang. Tra le donne vince la keniana Gladys Cherono in 2h20:43 sull’etiope Ruti Aga (2h20:41). L’azzurra Catherine Bertone conquista la sesta piazza dopo un lungo duello fianco a fianco con la tedesca Anna Hahner. Taglia il traguardo in 2h28:34: quasi due minuti di personal best e migliore prestazione italiana dell’anno. Ma non solo. La 45enne pediatra valdostana si impossessa, infatti, anche del record del mondo master W45 dei 42,195 chilometri, superando il 2h29:00 dell’ucraina Tatyana Pozdnyakova (Providence, 13 ottobre 2002). Ritirata dopo il trentesimo chilometro Anna Incerti, a lungo tra le prime dieci. Nella corsa maschile Rene Cuneaz si piazza 23esimo in 2h16:53, decimo tra gli europei.

FotoGallery