Il Napoli trascura la Champions per il sogno scudetto? Sarri bacchetta i suoi: ”dopo lo Shakthar ho un dubbio. E sulla cessione di Mertens…”

LaPresse/Reuters

Dopo la vittoria sul Benevento l’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, è tornato a parlare della sconfitta in Champions League, della reazione degli azzurri e del ruolo di Mertens nella squadra

Dopo la gara di Champions avevo chiesto alla squadra un approccio diverso e i ragazzi sono stati bravi entrando in campo oggi molto determinati. Abbiamo chiuso la gara nei primi 45 minuti e controllato bene nella ripresa“. Lo ha detto, al termine di Napoli-Benevento, l’allenatore degli azzurri, Maurizio Sarri. “L’obiettivo deve essere quello di giocare come abbiamo fatto oggi nel primo tempo anche contro la Lazio nel prossimo turno e più in là sempre, in ogni occasione. Mertens? Ha caratteristiche diverse dai classici centravanti ma a livello di realizzazioni è al pari dei più grandi del mondo“, ha aggiunto Sarri.

Se la partita contro lo Shakhtar fosse rimasta in equilibrio, come noi speravamo, l’ingresso di Mertens poteva essere risolutivo. Era una mossa studiata per far un po’ rifiatare il ragazzo ma si è rivelata sbagliata. Hamsik? Mi è sembrato in ripresa oggi. Ho visto segnali in tal senso. Il secondo rigore avevo pensato di farlo calciare a lui ma i ragazzi mi hanno chiarito che ancora non è a un gol dal record di Maradona quindi era giusto anche far sfamare i nostri attaccanti, ovvero l’animale da gol Mertens“, ha spiegato ancora il tecnico del Napoli.

La partita di Champions mi ha lasciato un pensiero: non vorrei che il gruppo avesse più in testa il campionato rispetto alle Coppe. La sensazione chiara comunque è che la consapevolaezza nei nostri mezzi sia cresciuta negli ultimi mesi. Mertens? Mai presa in considerzaizone l’idea di cererlo. Anche quando entrava dalla panchina per noi era un giocatore molto importante. È un fuoriclasse. Hamsik? È un campione, sta attraversando un periodo non brillante ma questo è umano. Dobbiamo stare vicini al giocatore e aiutarlo a tornare al top“, ha concluso Sarri.

FotoGallery