Hellas Verona, Zuculini suona la carica: “il ko con la Fiorentina è duro da digerire, ma ci rialzeremo”

LaPresse/Garbuio

Franco Zuculini ha parlato del difficile momento dell’Hellas Verona, sottolineando come la squadra stia lavorando per risalire la china

Lo sappiamo tutti che l’Hellas puo’ fare di meglio, la squadra si sta conoscendo e sta lavorando molto per arrivare a essere il Verona che tutti vogliamo. Quel momento arrivera’ ma la strada e’ lunga, alla fine raccoglieremo i frutti. Quello del Verona e’ un progetto importante, abbiamo tanti giovani che hanno bisogno di tempo. I risultati arriveranno, ne sono sicuro. Il 5-0 con la Fiorentina e’ un risultato troppo duro, ma ci puo’ insegnare a stare compatti e ad avere fiducia in noi stessi“.

Lo ha detto il centrocampista del Verona, Franco Zuculini, partecipando a Villa Fantelli alla posa della prima pietra della nuova casa di Abeo (Associazione bambino emopatico oncologico) a cui ha contributo anche la societa’ gialloblu’. “Il mio momento? Non vedo l’ora di tornare in campo, mi manca ancora poco, poi tornero’ in gruppo – ha sottolineato Zuculini al sito dell’Hellas -. Mi sento bene, adesso devo lavorare su di me per scacciare qualche paura, ma e’ normale averne dopo un infortunio. Sono molto carico e voglio fare parte di questa squadra: vado spesso a trovare i miei compagni e mi trasmettono tanta energia, voglio crescere come calciatore e come professionista insieme a loro“. Questa la ricetta per uscire dalle difficolta’: “Gruppo e lavoro. Non servono miracoli, dobbiamo stare insieme e lavorare tanto, cercando di convertire i timori di questo inizio di campionato in forza ed energia positiva. E’ ancora tutto in divenire e sono sicuro che ce la faremo. Alla nostra gente – ha concluso Zuculini – chiedo di avere pazienza, diventeremo piu’ forti, di questo sono certo. Possiamo imparare molto anche dai bambini di Abeo, che hanno una voglia di vivere incredibile“. (ITALPRESS)

FotoGallery