Freuler beffa la Fiorentina all’ultimo respiro, sospiro di sollievo per l’Atalanta: ai viola non basta Chiesa

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Remo Freuler acciuffa la Fiorentina proprio all’ultimo respiro, pareggiando con un siluro da fuori area il vantaggio viola di Chiesa

re punti d’oro che svaniscono all’ultimo secondo del recupero. La Fiorentina perde una grande chance di fare un ulteriore passo in avanti e deve arrendersi alla foga di un’Atalanta sempre col coltello tra i denti: il posticipo del ‘Franchi’ finisce 1-1, risultato giusto ma che lascia l’amaro in bocca ai padroni di casa. Segna al 12′ Chiesa, nella ripresa Sportiello neutralizza un rigore a Gomez e, verso i titoli di cosa, impatta Freuler.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Senza lo squalificato Badelj, Pioli parte con Simeone punta unica ed un tridente alle sue spalle formato da Chiesa, Thereau e Gil Dias. Privo di Schmidt, Gasperini ritrova un big come Spinazzola, al centro questa estate di un braccio di ferro col club lombardo per una sua cessione immediata alla Juve, e si affida in attacco a Ilicic, supportato da Gomez e Kurtic. I viola partono bene e sono subito minacciosi con Chiesa e Simeone, i nerazzurri pero’ hanno il merito di rendere il match equilibrato e di sfiorare il vantaggio al 10′ con Kurtic che, messo in condizione di nuocere da Gomez, trova sulla sua strada Sportiello. Passano due minuti e sono i padroni di casa a trovare la via del gol con una ‘fiammata’ di Chiesa, bravo nel controllo a seguire e ancor di piu’ nel destro da fuori che batte Berisha.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Gli orobici non si deprimono e sentono il profumo del pari al 22′: altro assist al bacio di Gomez, Freuler tutto solo calcia sulla sagoma dell’estremo di casa. L’incontro resta vivo ma da qui all’intervallo c’e’ poco da segnalare se non l’uscita di Toloi per infortunio (dentro l’esordiente Mancini) ed i tentativi poco fortunati di Chiesa e Palomino. Avvio di ripresa senza grosse palpitazioni: al 5′ Ilicic si esibisce in una punizione che sfiora lo specchio e dalle panchine escono forze fresche come Cornelius e Babacar. Episodio poco chiaro al 15′: Ilicic entra in area, Astori non lo tocca e l’impatto con Pezzella non sembra illegale. Pairetto pero’ indica il dischetto, Gomez si incarica della conclusione e Sportiello para con un balzo felino. Le squadre esauriscono i cambi e al 32′ i viola invocano un penalty per una trattenuta troppo energica di Spinazzola su Astori, con Pezzella che poi stacca alto sulla traversa. Nel finale, i lombardi vanno vicinissimi al pari al 38′: Sanchez rischia l’autogol e Orsolini in rovesciata fa venire un brivido alla ‘Fiesole’. Cosi’ come Castagne che, al 40′, si vede negare un gol quasi fatto dal portiere di casa, piu’ ispirato che mai. Altro episodio dubbio al 41′: Babacar si invola e serve in mezzo Gil Dias, Barisha esce e blocca dopo un contatto sospetto con l’avversario. Nel recupero, Babacar scappa ancora in contropiede ma si allunga inspiegabilmente il pallone; un errore che penalizza la Fiorentina, visto che quasi all’ultimo secondo del recupero Freuler, servito da Cornelius, piazza l’1-1 tutto sommato meritato. (ITALPRESS)

FotoGallery