F1, Ricciardo e quella curiosa rivelazione: “quando è arrivato Verstappen mi son sentito come Valentino Rossi”

LaPresse/Photo4

Daniel Ricciardo si è reso protagonista di una curiosa rivelazione legata al compagno di squadra Max Verstappen e a Valentino Rossi

Daniel Ricciardo e Valentino Rossi, così diversi ma anche così… simili. A rivelarlo è lo stesso pilota australiano che, al momento di accogliere Max Verstappen in Red Bull, ha improvvisamente avvertito tutto il peso degli anni.

LaPresse/Photo4

Prima di Max non mi era mai capitato di avere un compagno di squadra più giovane di me – le parole di Ricciardo riportate da FormulaPassionero sempre stato io il più giovane. in termini di eta e di aspettative, quindi ho provato una sensazione simile a quella che deve aver provato Vettel quando sono arrivato in Red Bull. Credo che Max avesse anche più aspettative alle spalle di quanto non ne avessi io, in pratica mi sono trovato ad affrontare quello che Valentino Rossi ha affrontato negli ultimi dieci anni di MotoGP. Quando capita puoi prenderla in due modi, o pensi ‘Perfetto. tutte le attenzioni sono su di lui e posso voltare la situazione a mio favore’, oppure la cosa può avere conseguenze sulla tua psiche.

LaPresse/EXPA

Quest’anno Max sta andando più forte, lo riconosco al contrario di accampare scuse. Sto cercando di capire i modi in cui posso migliorare, un po’ come ha fatto Rossi negli ultimi anni. I giovani arrivano sempre più veloci e preparati, ma mi sento di riuscire a tenere il passo, bisogna imparare dai giorni più difficili. Max sarà in grado di guidare ancora meglio in alcune circostanze, questo mi spinge a rimettermi in gioco ulteriormente ogni volta“.

FotoGallery