EuroVolley Femminile – L’omaggio alle compagne e la vittoria: le sensazioni delle azzurre dopo l’esordio con la Georgia

LaPresse

Le sensazioni delle atlete azzurre della pallavolo dopo la vittoria di oggi contro la Georgia nell’esordio agli Europei femminili

Nell’esordio ai Campionati Europei femminili tutto facile per l’Italia che si è sbarazzata agevolmente delle padrone di casa georgiane 3-0 (25-14, 25-15, 25-12). Troppo netto il divario di livello tra le due squadre, le ragazze di Mazzanti sin dall’inizio hanno dettato legge senza che le avversarie (esordio assoluto agli Europei) abbiano potuto mai replicare. Chirichella e compagne così in poco più di un’ora hanno chiuso la pratica, non sprecando troppe energie.

Domani le azzurre torneranno in campo per affrontare la Bielorussia (ore 18 diretta RaiSport + Hd), squadra già affrontata quest’anno e battuta 3-0 nella qualificazione mondiale di giugno. Rispetto alla Georgia le bielorusse saranno sicuramente un’avversaria più ostica: nei sei precedenti l’Italia è comunque sempre uscita vincitrice.

SCRITTA – Le azzurre sono scese in campo con la scritta “13 Cuore 5”, un omaggio alle compagne Miriam Sylla (numero 13) e Ofelia Malinov (numero 5) che non hanno potuto prendere parte all’Europeo.

DAVIDE MAZZANTI: “Oggi in diverse fasi abbiamo fatto fatica a tenere un buon ritmo, ma quando esiste un divario così grande tra le due squadre diventa più complicato mantenere uno standard sempre alto di gioco. All’esordio era molto importante vincere, perché ovviamente c’è sempre un po’ di tensione e adesso ce la siamo scrollata di dosso. Oggi non abbiamo fatto vedere tutte le nostre qualità, sapevamo comunque che questo è un Europeo dove le difficoltà sono a salire e quindi è fondamentale crescere di partita in partita. Domani ci attende la Bielorussia che sicuramente è un’avversaria più dura, l’abbiamo già affrontata alle qualificazioni mondiali e qualche difficoltà ce l’ha creata. Stasera analizzeremo attentamente la loro partita con la Croazia e metteremo a posto gli ultimi dettagli.”

CRISTINA CHIRICHELLA: “Sapevamo che non era una partita difficile, ma era importante comunque vincere senza regalar niente. Penso che si siano viste buone cose, anche se ovviamente possiamo migliorare di molto il nostro gioco. Domani contro la Bielorussia ci aspetta una sfida molto più difficile, ma prima di tutto noi dobbiamo rimanere concentrate su noi stesse: sappiamo quello che valiamo e quanto possiamo crescere. La mia prima all’Europeo da capitano è stata un bel po’ emozionante. Dedichiamo la vittoria a Miriam (Sylla ndr) e Lia (Malinov ndr), a loro va un bacio grande.”

VALENTINA TIROZZI: “Fondamentale era portare a casa il risultato senza sprecare troppe energie. All’esordio un po’ di tensione si è fatta sentire, anche se il risultato non è mai stato in discussione. Durante il corso della partita abbiamo commesso qualche errore che possiamo evitare, ma sono convinta che nelle prossime gare la squadra salirà di livello. Contro la Bielorussia sarà più dura e quindi dovremo disputare una bella partita per ottenere un altro successo.”

FotoGallery