Ciclismo mondiali Bergen, Gianni Moscon tranquillo: “queste corse sono normali”

Gianni Moscon

Gianni Moscon, ciclista del Team Sky, non teme le difficoltà del triplo impegno ai mondiali di Bergen: crono a squadre, individuale e prova élite con la Nazionale 

Gianni Moscon torna in Norvegia dopo la vittoria ottenuta all’Artic Race dello scorso anno. Il ciclista del Team Sky punta la maglia iridata a cronometro proprio nelle strade norvegesi. La sua scalata all’iride parte domani con la cronometro a squadre e mercoledì a quella individuale per poi arrivare domenica a quella élite con la Nazionale. Tre impegni tosti per Gianni Moscon, ma non tutti difficili. Alla Vuelta di Spagna il giovane ciclista è stato fenomenale e le performance sono migliorate incredibilmente giorno dopo giorno.

Gianni Moscon ha analizzato la sua prestazione alla Vuelta di Spagna e il lavoro svolto col Team Sky in questa stagione: “in alcuni giorni mi sono stupito. Sull’arrivo in salita di Calar Alto, per esempio. O, prima, nella tappa che ha vinto Lutsenko a Alcossebre. Ora sono un po’ stanco, ma mi sento abbastanza bene. Penso di essere pronto per i Mondiali – ha dichiarato il ciclista come riportato da La Gazzetta dello Sport –. Il lavoro logorante è quello che fai quando devi tirare 100 chilometri in testa al gruppo e io non l’ho mai fatto. Chiaro che anche in salita “meni”, ma per un periodo di tempo limitato. Poi ti sposti. In questi anni Sky mi ha fatto crescere bene, con gradualità. Il percorso che sto seguendo è quello giusto. La forma c’è. Ormai il lavoro che si doveva fare per arrivare bene è stato fatto. C’è poco da inventare”.

La squadra britannica lo ha convocato per avere una maggiore esplosività nella cronometro. Gianni Moscon avrà un ruolo fondamentale in questa tappa e probabilmente sarà il team favorito per la conquista della maglia iridata. Il ciclista del Team Sky non ha nascosto le sue ambizioni: “da tempo sapevo di fare parte della rosa per la cronosquadre di Sky. Il team ci tiene molto e il percorso impegnativo è buono per noi. Puntiamo al titolo – ha proseguito -. Nella crono individuale, non saprei bene dove posso collocarmi perché è la prima volta che ne disputo una a questi livelli. Per la gara in linea… i favoriti sono altri ma il livello medio della nostra Nazionale è molto alto”.

Gianni Moscon conosce bene queste terre. Il punto fondamentale, oltre la preparazione, sarà il meteo. E proprio sulle condizioni climatiche, il ciclista del team Sky ha dichiarato: “è già la terza volta che vengo qui e i ricordi sono belli. Quanto al meteo, finora abbiamo trovato due giorni di tempo bello finora – ha continuato – Con questo clima, i paesaggi sono davvero affascinanti. Il meteo peggiorerà, poi nel prossimo weekend potrebbe ritornare abbastanza buono”.

 

Infine, Gianni Moscon è consapevole della sua forza e ha intenzione di correre al 100% delle sue possibilità: tranquillo. In fondo i Mondiali sono delle gare normali, nel senso che alla fine ci sono tutti gli anni, come le classiche monumento. La differenza è quella maglia in palio che poi porti tutto l’anno – ha concluso -. Io sono fatto così. La consapevolezza di essermi preparato bene mi basta per farmi stare tranquillo alla vigilia di qualsiasi prova. Poi non resta che gareggiare…”.

FotoGallery