Chelsea, il mal di Champions di Conte non conosce tempo: l’allenatore mette le ‘mani avanti’

Conte, Chelsea LaPresse/PA

L’allenatore del Chelsea parla a poche ore dal suo ritorno in Champions. Ma le sue parole evidenziano coem dall’ultima partecipazione sia cambiato davvero poco

Conte, Chelsea

LaPresse/Reuters

Chelsea, parla Conte – “Stiamo iniziando un cammino per costruire qualcosa di importante e bisogna crescere passo dopo passo per essere come Real e Bayern, non si crea facilmente una squadra forte“. A 4 anni di distanza, Antonio Conte si prepara ad affrontare una partita di Champions League. L’ultima volta fu a Istanbul, nel dicembre 2013, la sua Juve fu sconfitta dal Galatasaray e venne eliminata nella fase a gironi. Poi la Nazionale, il primo anno al Chelsea senza coppe e adesso la chance di misurarsi di nuovo col calcio che conta.

Antonio Conte

LaPresse/Reuters

Chelsea, parla Conte – I tifosi dei Blues sognano in grande ma il tecnico salentino tira il freno. “Quando giochi questo genere di competizione, provi a fare del tuo meglio, vincere ogni partita e andare passo dopo passo. Stiamo costruendo qualcosa per il presente e per il futuro e c’e’ bisogno di tempo per questo. E’ molto importante avere esperienza in Champions, le squadre inglesi hanno una difficoltà in più rispetto alle altre perché qui c’è un campionato duro, prima della Champions dovresti far riposare qualcuno ma non e’ facile farlo qui in Inghilterra. Giocare 60-65 partite ad alti livelli non è semplice. Ma siamo pronti e tutti verranno coinvolti“. (ITALPRESS)

FotoGallery