Caso Curry-Trump, anche i Cavs si schierano dalla parte di Steph: tweet pesante di LeBron James, J.R. Smith tira in mezzo… il clown IT! [FOTO]

LaPresse/Reuters

È scontro fra gli Warriors e Donald Trump: Curry e compagni hanno disertato la visita alla Casa Bianca e il Presidente è andato su tutte le furie. LeBron James e J.R. Smith hanno dimostrato la loro solidarietà ai rivali

Scontro sportivo-politico in atto in America. I Golden State Warriors hanno disertato la visita di rito, da Campioni NBA, alla Casa Bianca. Il motivo della rinuncia è da ricercarsi nelle idee razziste/omofobe di Donald Trump in merito a politiche che promuovono la diversità, la disuguaglianza e l’esclusione di minoranze razziali ed etniche. Steph Curry ha motivato la rinuncia dei Warriors così: ”abbiamo un’opportunità di mandare un messaggio che speriamo possa incoraggiare l’unità, incoraggiare ad apprezzare ciò che significare essere americani ed essere da esempio’’. Le dichiarazioni di Curry hanno mandato su tutte le furie il Presidente Trump che ha ritirato l’invito motivando così la sua scelta: “andare in visita alla Casa Bianca è considerato un grande onore per la squadra campione. Curry sta esitando perciò l’invito è annullato!“.

In merito alla vicenda è intervenuto LeBron James che su Twitter ha precisato un dettaglio: “Curry aveva già detto che non sarebbe venuto! Perciò non c’è nessun invito. Andare in visita alla Casa Bianca era un grande onore finché non sei apparso tu!’‘. Un vero e proprio attacco diretto al ‘poco amato’ Presidente Trump.

Successivamente anche J.R Smith ha voluto esprimersi, alla sua maniera, sulla vicenda. L’ex Knicks ha postato un’immagine che ritrae la classica scena di IT, leggendario film di Stephen King del quale recentemente è stato riproposto il remake nelle sale, nel quale il pagliaccio attira con l’inganno un bimbo verso un tombino, per poi tirarlo giù. In questo caso, la promessa non è di ricevere un palloncino, ma di vivere in un mondo in cui non è Trump a governare e la bimba in questione entra di sua spontanea volontà, senza che il mostro debba fare nulla. La satira al tempo dei social, firmata J.R.!

🤣🤣🤣🤣 but seriously.

Un post condiviso da JR Smith (@teamswish) in data:

FotoGallery