Canottaggio-Mondiale Assoluto di Sarasota: diciassette le barche ancora in corsa

Al termine della quarta giornata di gare, sono ancora diciassette le barche azzurre ancora in corsa al Mondiale Assoluto di canottaggio a Sarasota

Conclusa la quarta giornata di gare iridate, riservata interamente a recuperi e quarti di finale, con l’Italia che accede alla semifinale nel singolo PR1 con Simone Baldini. Con questa imbarcazione paralimpica salgono a 16 gli equipaggi che in totale, sui 21 iscritti tra senior pesi leggeri e para-rowing, hanno superato il turno approdando alle semifinali (10 armi: due senza, doppio, quattro senza, quattro di coppia senior; doppio pesi leggeri maschile, doppio senior femminile, doppio pesi leggeri femminile, quattro di coppia pesi leggeri maschile, singolo pesi leggeri femminile; singolo PR1 maschile) e in finale (6 armi: due con, otto senior; due senza, quattro senza pesi leggeri, quattro di coppia pesi leggeri femminile; quattro con PR3 Misto). Il singolo PR1 femminile, infine, dovrà ancora superare i recuperi in programma domani alle ore 9 (le 15 in Italia).

Oggi ad accedere al turno successivo, quindi, il singolo paralimpico, categoria PR1, di Simone Baldini che, palata su palata, è riuscito a distanziare il Belgio, quarto, e a rimanere in corsa fino al traguardo per il terzo posto valido per la semifinale dietro a Stati Uniti e Germania. Tra le barche che non sono riuscite a superare il recupero, oltre al singolo senior dei giorni scorsi, oggi non ce l’ha fatta il due senza femminile di Ilaria Broggini e Veronica Calabrese le quali, dopo aver lottato strenuamente contro Danimarca e Spagna si sono piazzate, sul finale, al terzo posto che non gli ha permesso di proseguire (solo i primi due accedevano alla finale). Stessa sorte anche per il quattro senza senior femminile, di Giorgia Pelacchi, Aisha Rocek, Carmela Pappalardo e Ludovica Serafini, che dopo un buon avvio non sono riuscite e ricuperare il distacco accumulato durante il percorso. Per loro un quarto posto troppo distante dalle prime due posizioni valide per l’accesso in finale appannaggio di Stati Uniti e Olanda. Nulla da fare anche per Lorenzo Galano che, nel singolo pesi leggeri, non va oltre il quarto posto al termine del suo quarto di finale.

FotoGallery