Alleanza 2022: nuovo piano di Renault, Nissan e Mitsubishi Motors per aumentare l’efficienza

Alleanza 2022, il nuovo piano annunciato oggi per i prossimi sei anni, punta al raddoppio delle sinergie annuali

Oggi, l’Alleanza supera una nuova tappa. Il piano Alleanza 2022 si prefigge la realizzazione di 10 miliardi di euro di sinergie annuali. Questo obiettivo sarà realizzato, da una parte, grazie all’accelerazione della collaborazione tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors sulle piattaforme, le motorizzazioni e le nuove tecnologie relative ai veicoli elettrici, autonomi e connessi. Dall’altra parte, le sinergie continueranno a crescere grazie all’incremento delle economie di scala. Le nostre vendite annuali dovrebbero superare 14 milioni di unità, generando un fatturato di 240 miliardi di dollari alla fine del piano”, sottolinea Carlos Ghosn, Presidente-Direttore generale dell’Alleanza.

L’utilizzo di piattaforme comuni si intensificherà con il piano Alleanza 2022, che prevede la produzione di nove milioni di veicoli su quattro piattaforme. Aumenterà anche l’utilizzo di piattaforme comuni, che rappresenteranno il 75% delle vendite totali dell’Alleanza. Il piano Alleanza 2022 prevede un netto incremento della condivisione delle tecnologie relative ai veicoli elettrici, lo sviluppo e l’implementazione di avanzati sistemi di guida autonoma e di connettività e nuovi servizi di mobilità.

Entro il 2022 saranno lanciati dodici nuovi veicoli ad elettrici emissioni zero, utilizzando piattaforme comuni dedicate e componenti multi-segmento. Parallelamente, saranno commercializzati 40 veicoli con diversi livelli di guida autonoma, compresa l’autonomia totale del veicolo. La nuova strategia nel campo della proposta di servizi di mobilità dell’Alleanza sarà imperniata, in particolare, sulla creazione di un servizio di trasporto persone su domanda con veicoli robotizzati. Parallelamente all’annuncio del piano Alleanza 2022, è stato presentato anche il nuovo logo dell’Alleanza, simbolo del rafforzamento delle convergenze e cooperazioni tra i suoi membri.

“Questo piano rafforzerà la crescita e la redditività dei membri dell’Alleanza. Faremo crescere le nostre sinergie grazie alla cooperazione tra queste tre aziende, che restano autonome operando tuttavia con l’efficacia di un’azienda unica. Dal 1999, l’Alleanza ha indotto crescita e performance appoggiandosi soltanto su due aziende. Con il piano Alleanza 2022, dimostreremo che possiamo generare crescita e performance a tre, o anche di più”, conclude Carlos Ghosn.

FotoGallery