Vuelta di Spagna, Fabio Aru limita i danni ma non drammatizza:” ci siamo difesi bene”

LaPresse/Reuters

Fabio Aru, capitano dell’Astana, analizza la prestazione realizzata ieri durante la seconda tappa della Vuelta di Spagna

LaPresse/Reuters

Fabio Aru ieri, durante la seconda tappa della Vuelta di Spagna, è riuscito a non farsi staccare troppo dai corridori che ambiscono alla vittoria della classifica generale della Vuelta di Spagna. Il capitano dell’Astana ieri ha perso 8 secondi da Vincenzo Nibali ed Esteban Chaves, ma ha chiuso insieme a Chris Froome. La Maglia Tricolore oggi potrebbe recuperare secondi nell’ultima salita della terza tappa della Vuelta di Spagna che porterà la carovana in rosso ad Andorra.

Sul sito dell’Astana, Fabio Aru ha commentato la tappa di ieri: “la frazione di ieri è stata una delle tappe più pericolose dell’intera Vuelta e penso che abbiamo difeso abbastanza bene e ora possiamo concentrarci sulle fasi successive”. Anche il ds Bruno Cenghialta che ha espresso grande soddisfazione per la prestazione del sardo: “l‘obiettivo per queste due frazioni era quella di evitare rischi e di non perdere troppi secondi. Come squadra abbiamo lavorato bene e tutti i big sono lì a pochi secondi”.

FotoGallery