Verità Donnarumma: “Bonucci, Neymar, il no al Milan e i dollari che mi hanno tirato addosso: vi dico tutto”

Donnarumma LaPresse/Marco Alpozzi

Il portiere del Milan Donnarumma esce allo scoperto e racconta i giorni del mancato rinnovo: ecco le verità di Gigio

Antonio e Gigio Donnrumma

LaPresse/Spada

Milan, parla Donnarumma –Se potevo giocare con Neymar al PSG? Ora gioco con Bonucci, che non è male! Devo dire che mi ha fatto una grandissima impressione. Sono sincero, quando ho saputo che sarebbe arrivato sono rimasto sorpreso, l’ad Fassone e il ds Mirabelli stanno facendo un lavoro incredibile. Sono sicuro che Leo ci darà una grande mano, anche sul piano della personalità. Nella mia testa c’è sempre stato solo il Milan. Ho ricevuto tante offerte, dico la verità, e ho rinunciato a tanto per restare in quella che considero casa mia”, parla così al Corriere della Sera Gigio Donnarumma.

Donnarumma

LaPresse/Spada Donnarumma

Milan, parla Donnarumma – Il portiere del Milan racconta i momenti del mancato rinnovo e della contestazione: “in quel periodo ero concentrato solo sugli Europei Under 21 che stavano per iniziare. Ho 18 anni, ero in un momento importante che poteva indirizzare la mia carriera. Non avevo la testa per decidere, volevo aspettare almeno la fine del torneo. Come ho detto, in quel momento sono anche arrivate molte offerte, avrei potuto guadagnare persino di più, ma non è stata una questione di soldi. Durante gli Europei, poi, si è scatenato un putiferio, sono stato molto male, c’è stato quell’episodio dei dollari falsi lanciati dai tifosi. Non è stato un momento facile. Io ho cercato sempre di lavorare al massimo, ho dato la mia totale disponibilità al c.t. Di Biagio, mi dispiace tanto per il risultato. Poi, sa, le prestazioni dipendono da tante cose”, ha proseguito Donnarumma.

FotoGallery