MotoGp, Valentino sei un signore! Rossi ammette: “questa volta non sono io il fesso, ma non dico chi ha preso la decisione”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Valentino Rossi, l’errore ai box e l’incidente di Iannone durante il cambio moto: il campione di Tavullia analizza il suo Gp delle Repubblica Ceca

Valentino Rossi è riuscito a mettere una pezza nella gara di oggi a Brno. Il Campione di Tavullia ha chiuso la sua corsa con un quarto posto, tutto sommato positivo se si considera che dopo il cambio moto, avvenuto troppo tardi, il Dottore si è ritrovato al 13° posto.

Una bella rimonta per Valentino Rossi che mostra tutta la sua competitività e il suo ottimo stato di forma. Un podio tutto spagnolo oggi in Repubblica Ceca, con Marquez vincitore, seguito da Pedrosa e Vinales, ma l’argomento più chiacchierato è proprio l’errore ai box del 9 volte campione del mondo.

Il Dottore ha scherzosamente affermato di non essere solo lui il colpevole di quanto accaduto, contrariamente ad altri vecchi episodi: “in Germania misero fuori la tabella d’entrata e io aspettai 3 giri prima di farlo. Da quel momento abbiamo deciso di passare la palla al box, perché per loro è più facile capire certe cose. Però per qualche motivo la comunicazione è arrivata in ritardo di una ventina di secondi e ho dovuto fare un giro in più e questo ha fatto la differenza. Noi che eravamo davanti abbiamo fatto un giro in più. Ma non posso dire chi ha preso questa decisione. Però sono contento, perché di solito in queste situazioni il fesso (ride divertito, ndr) sono io, invece in questa occasione siamo almeno 3 o 4“, ha dichiarato Valentino Rossi come riportato da Motorsport.com.

LaPresse/EXPA

Credo sia poco elegante parlare di chi è la colpa di quello che è successo oggi. Mi prendo la colpa anche io di quello che è successo, perché avrei dovuto capire prima quello che poteva accadere. Sono stati 10, forse 12 secondi che ci hanno fregato. Impareremo da questo errore e faremo meglio la prossima volta. Dovremo essere più organizzati. Queste sono gare molto importanti“, ha continuato il campione di Tavullia prima di commentare il metodo flag to flag e l’incidente di Iannone di oggi: “ho visto l’incidente di Iannone e mi dispiace un sacco. Per fortuna non si è fatto male. Non ho capito bene cos’è successo. E’ giusto fare una regola chiara sul flag-to-flag. Bisogna regolamentare meglio quello che è nuovo in questa categoria. Un’alternativa al flag-to-flag è fermarsi. Ma questo, anche se ha difetti, è il male minore. Soprattutto per chi guarda da casa. Almeno riescono a vedere una gara unica ed è meglio per lo spettacolo di sicuro“.

FotoGallery