MotoGp – Tra ironia e… serietà, Valentino Rossi punge la Yamaha: “ascoltino me e non Viñales ,sennò…”

Valentino Rossi ha mandato un messaggio chiaro alla Yamaha, lanciando con il solito sorriso un consiglio riferito anche a Viñales

Marc Marquez domina il sabato di Qualifiche in Austria, centrando la settantesima pole della sua carriera grazie ad una prestazione da urlo tra le curve del Red Bull Ring. Niente da fare per le favorite Ducati, costrette ad accontentarsi del resto della prima fila con Dovizioso davanti a Lorenzo. Non male Viñales che chiude quarto, mentre non può di certo sorridere il suo compagno di squadra Valentino Rossi, solo settimo a causa di alcuni problemi con le gomme.

LaPresse/EXPA

Mi sono subito trovato bene con la moto, abbiamo fatto modifiche che mi sono piaciute e sono andato bene” le parole di Valentino Rossi riportate da Motorsport.com. “Andavo forte con la gomma morbide, avevo già siglato in mattinata 1’23″5, 1’23″6, dunque secondo me avrei potuto provare a battere Lorenzo per salire in prima fila o comunque stare nel Top 5 ma l’ultima gomma che ho usato non funzionava. Non avevo grip, scivolava troppo e dovrò partire in terza fila. Purtroppo queste cose capitano ogni tanto. Questa volta è toccato a me. Sarà difficile partire dalla terza fila, forse in questa pista ancora di più. Il mio passo però non è male e so che dovremo spingere dall’inizio alla fine, ma forse potrò anche fare una gara competitiva. Dovrò vedere le condizioni meteo e la temperature. Sarà fondamentale la scelta della gomma posteriore, perché si potrebbe anche correre con tutte e tre. La scelta è ampia. Ci saranno diverse scelte. Sarà importante fare quella giusta“.

LaPresse/EFE

La M1 appare notevolmente migliorata dopo i test di Brno, Valentino Rossi su questo ha le idee chiare: “nella mia carriera ho mostrato di essere un ottimo collaudatore e penso che se la Yamaha sta a sentire me è meglio. Riusciamo magari a mettere a posto la moto. Ognuno ha uno stile diverso di guida. I piloti fanno scelte anche personali. Sto facendo il collaudatore di Viñales dunque (scherza il Dottore) speriamo che domani mi faccia finire davanti visto che faccio questo lavoro per lui. A parte gli scherzi, Vinales è un ottimo pilota e un buon collaudatore. Magari gli manca un po’ d’esperienza in generale, magari anche con questa moto“. Per quanto riguarda i favoriti di domani, Valentino Rossi ammette: “secondo me Marquez e Dovizioso sono i favoriti per la vittoria.

LaPresse/EXPA

Ma un po’ più Marquez stando a quello che ha fatto vedere nelle prove. Per il terzo posto penso che potranno giocarsela Lorenzo, Vinales, io e Petrucci, che può stare lì. Forse anche Pedrosa e Iannone. Ma questi sono giudizi su quanto abbiamo visto oggi. Non è detto che Marquez e Dovizioso saranno i più veloci nella giornata di domani. Dovizioso lo vedo più simile a noi. Marc ha il passo migliore credo. Le gomme? E’ successa una cosa che nessuno alla vigilia si sarebbe aspettato. La morbida fatica nelle curve a sinistra. Evidentemente Dovi ha scelto la media anche per quello. Per quanto riguarda domani si può correre con tutte e tre. Ancora non lo so. Tutte e tre sono buone. Non per caso lo scorso anno Iannone ha fatto l’azzardo e nonostante fosse più caldo azzeccò la scelta e ha vinto“.

FotoGallery